ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elicottero caduto in Pakistan. Dubbi sulla rivendicazione taleban

Islamabad sottolinea una serie di incongruenze. Nessuna conferma dai testimoni oculari

Lettura in corso:

Elicottero caduto in Pakistan. Dubbi sulla rivendicazione taleban

Dimensioni di testo Aa Aa

I taleban si attribuiscono lo schianto dell’elicottero, costato la vita in Pakistan agli ambasciatori di Norvegia e Filippine, ma la rivendicazione non convince le autorità. L’episodio è avvenuto in una zona sotto lo stretto controllo dell’esercito di Islamabad e il missile terra-aria che i taleban pakistani sostengono di aver utilizzato è un’arma a cui ricorrono raramente.

Le uniche testimonianze trapelate parlano inoltre di un semplice “avvitamento su se stesso” dell’elicottero, poi precipitato ed esploso su una scuola che in quel momento era chiusa, senza menzionare ulteriori dettagli.

Le 17 persone che pare fossero a bordo erano parte di una delegazione di diplomatici, in viaggio su tre diversi elicotteri, nella regione turistica del Gilgit Baltistan. Tra le sette persone che hanno perso la vita anche mogli degli ambasciatori di Malesia e Indonesia. Feriti invece i rappresentanti diplomatici di Paesi Bassi e Polonia.

Il premier pakistano Nawaz Sharif, a cui la delegazione avrebbe dovuto in seguito rendere visita, ha accreditato la tesi del “problema tecnico” e proclamato un giorno di lutto nazionale in omaggio alle vittime.