ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Kim lo scalatore: dittatore nordcoreano in cima alla montagna sacra


mondo

Kim lo scalatore: dittatore nordcoreano in cima alla montagna sacra

Kim lo scalatore conquista la vetta della montagna più alta del Paese. Singolare – presunta -impresa del presidente nordcoreano Kim Jong-Un, che ha annunciato di avere scalato il Paektu, facendosi fotografare a quota 2.750 metri.
Sorridente e con il sole alle spalle il giovane presidente, che forse ha 32 anni, appare nelle istantanee in uno scenario alpino, circondato da vette innevate, con indosso un cappottino scuro e con scarpe di pelle.
Il presidente ha dichiarato che “scalare la montagna gli ha dato una energia mentale più potente rispetto a qualsiasi tipo di arma nucleare”.
Alcuni analisti hanno espresso qualche dubbio sulla nuova titanica impresa. Della scalata al monte del grande leader non vi è al momento alcuna immagine, ma solo le fotografie che lo ritraggono sulla vetta. I dubbi aumentano se si considera il fatto che solo sei mesi fa Kim Jong-un si era fatto ritrarre dopo 40 giorni di assenza da eventi pubblici mentre passeggiava a fatica e accompagnandosi con un bastone, reduce da un’operazione alle caviglie.
La montagna della presunta scalata si trova a nord del Paese al confine con la Cina ed è considerata un posto sacro nel folklore coreano e soprattutto ha assunto negli anni un ruolo centrale nella propaganda che glorifica la famiglia Kim. L’agiografia di Stato afferma infatti che Kim Jong-Il, il fondatore della Corea del Nord, sia nato proprio qui.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Storie dell'altro mondo