ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Burberry: tonfo alla borsa di Londra

Lettura in corso:

Burberry: tonfo alla borsa di Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi potrebbe essere arrivata anche per il settore dei beni di lusso. È quel che temono i mercati dopo che Burberry ha pubblicato risultati trimestrali inferiori alle attese. Certo il fatturato è in aumento dell’11% rispetto al primo trimestre dell’esercizio precedente, ma le vendite della griffe britannica sono in calo se paragonate ai due
trimestri precedenti. Tra i motivi della flessione la diminuzione della domanda nei Paesi emergenti, soprattutto in Cina, uno dei principali mercati di sbocco per i prodotti alti di gamma.

Risultato: alla borsa di Londra il titolo Burberry è in netto calo e lascia sul terreno il 7,4%: il ribasso più consistente dell’indice FTSE 100. Nonostante ciò gli analisti sono convinti che il settore del lusso resti promettente, con un potenziale di crescita stimato intorno al 7% annuo fino al 2014, salvo una crisi economica mondiale. In caso di recessione in Europa e negli Stati Uniti e se i mercati emergenti registrassero una battuta d’arresto le vendite di beni di lusso crescerebbero solo del 3% all’anno.

Nonostante le previsioni rassicuranti i mercati sono andati in panico. Alla borsa di Parigi LVMH, leader mondiale del settore, ha perso il 3,15%.