Skip to main content

Rafforzare l’imprenditoria femminile
| Condividere questo articolo
|

Le donne rappresentano circa un terzo degli imprenditori in Europa. Per le donne, però, non è sempre facile riuscire a superare gli stereotipi, formare le proprie reti professionali o accedere ai finanziamenti.
È per questo che a Cipro un gruppo di 350 donne si è unito creando una banca cooperativa che ha davvero cambiato l’imprenditoria femminile del Paese.

Istituita nel 2000 da un gruppo d’imprenditrici, la struttura è specializzata in piccoli prestiti fino a un massimo di 100 mila euro. Sono previsti piani di rientro flessibili a tassi d’interesse che non superano il 4%, ma anche la possibilità di ottenere fondi in meno di 48 ore.

Artemis Tourmazi è una delle ambasciatrici ufficiali dell’imprenditoria femminile in Europa. È al comando della banca dalla sua origine ed è davvero fiera dei risultati ottenuti. Grazie alla banca, infatti, il numero delle imprenditrici di Cipro è letteralemente esploso. Racconta Artemis:“In 10 anni, dalla data d’inizio, siamo riuscite tra mille difficoltà a far aumentare la percentuale dal 10-12% al 30% nel 2010. Ed è fantastico!”.

La società di Anna Karyda è specializzata in giardinaggio, pulizia e servizio di trasporto navetta per l’aeroporto di Larnaca. La banca le ha prestato 60 mila euro nel 2005 per permetterle di espandere l’impresa, il 10% dell’investimento totale necessario. Oltre ai soldi, Anna ha potuto contare soprattutto sui consigli e i contatti della banca.
Anna racconta:“Hanno supportato il nostro progetto. Ci hanno aiutato con il business plan della società e ci hanno dato informazioni utili per chiedere finanziamenti ad altri istituti. Ci hanno saputo consigliare davvero bene e siamo riusciti a ottenere buone condizioni anche con gli altri istituti finanziari. È stato davvero molto importante per noi”.

Grazie alla banca Anna si è avvicinata alla rete europea per l’imprenditoria femminile presente in 22 Paesi con l’obiettivo di aiutare le donne a superare il divario con gli uomini. Nonostante tutto però permangono alcuni freni. Per Anna: “Una donna deve trovare un equilibrio tra l’essere una brava madre e una brava moglie e, allo stesso tempo, essere una donna di carriera” e aggiunge: “Per me la chiave del successo è: lavorare tanto, coerenza tra quanto viene detto e fatto e certamente trovare le giuste persone, le giuste associazioni, il giusto partner, in modo di creare il giusto team, il team che sappia supportarti in tutto sempre”.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?