Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Una Capitale Europea della Cultura rinasce nel XXI secolo

Una Capitale Europea della Cultura rinasce nel XXI secolo
Diritti d'autore
Battilomo/Centola/Danzi/Polici
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

In una frizzante giornata invernale, la gente del posto si incontra in una piazza tipica del Sud Italia, all’ombra di un convento del XIII secolo, per innalzare una nuova e visionaria struttura architettonica. Ci vuole un paese intero per issare l’edificio dalle tonalità della terra, con tutte le sue guglie, benché sia di cartone.

I cittadini hanno costruito la struttura, che comprende più edifici affiancati, progettata dall’artista Olivier Grossetête, mattone di carta su mattone di carta, a mani nude. È una testimonianza della cittadinanza culturale a sostegno della storia del rinnovamento di Matera, Capitale Europea della Cultura nel 2019.

La costruzione del monumento di cartone faceva parte dei festeggiamenti del 2018, in vista di Matera 2019, e riecheggiava la tradizione della città di allestire un carro di cartapesta per la Festa della sua Patrona, la Madonna della Bruna.

Durante l’anno appena iniziato, le mostre e gli eventi ospitati da questa città, luogo d’incontro tra il Neolitico e l’Era digitale, attingeranno alla forza dalla gente comune per presentare al mondo la sua capacità di sapersi rinnovare e reinventare.

Per rendere omaggio a Dante Alighieri, i cittadini di Matera, si esibiranno in una rappresentazione del Purgatorio, ispirata alla sua opera del XIV secolo, la Divina Commedia.

© Battilomo/Centola/Danzi/Polici

In 200 parteciperanno anche ad Abitare l’Opera, per un’edizione en plein air della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, messa in scena con la collaborazione del teatro lirico ancora attivo più antico d’Europa, il Teatro San Carlo di Napoli.

Una ‘Città di pietra’ all’Età della Pietra

Incastonata nel collo dello Stivale, nella regione Basilicata, Matera deve forse la sua fama ai suoi Sassi, abitazioni in pietra disposte su ripidi livelli risalenti a 9000 anni fa. Un panorama mozzafiato che nel 1993 ha garantito a questa collina un posto tra i Luoghi Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Matera 2019 si apre con la mostra Ars Excavandi, che porta alla ribalta l’arte rupestre (composizioni di rocce) simbolo della città, la sua architettura e archeologia. Un viaggio empirico, dal Paleolitico al XXI secolo, conduce i visitatori ai diversi luoghi d’interesse di Matera, compresi alcuni ipogei, stanze della città sotterranea, e a splendidi ecosistemi rupestri di vari continenti.

La mostra Stratigraphy – Osservatorio dell’Antropocene indaga su una nuova era geologica successiva al periodo dell’Olocene, sulle tracce dei cambiamenti nelle risorse del pianeta e nell’attività umana. Offre inoltre uno sguardo sui primi insediamenti di Matera, una delle più antiche città al mondo abitate in modo continuativo fino ad oggi. Proseguendo, l’esposizione si sofferma sulla scienza moderna dell’osservazione della Terra.

L’antico paesaggio di pietra dei Sassi ha fatto guadagnare a Matera il soprannome di ‘Seconda Betlemme’, caratteristica che evidentemente non è sfuggita ai produttori di film d’epoca: qui sono stati girati La Passione di Cristo e il remake del 2016 di Ben-Hur con Morgan Freeman.

Una storia di due Rinascimenti

Firenze, Roma, Milano e Venezia sono sinonimo di Rinascimento, nonostante dipinti, sculture, libri, arazzi, cartine geografiche e altri antichi tesori di altre zone dell’Europa Meridionale offrano una prospettiva alternativa su questo periodo.

© Battilomo/Centola/Danzi/Polici

Con oltre 180 creazioni artistiche, la mostra Rinascimento visto da Sud fa luce sul periodo più vivace della civiltà Occidentale, attraverso Matera, il Sud Italia e altre località mediterranee durante il XV e XVI secolo.

Benché ricca di cimeli, dagli affreschi bizantini alle statue del XVII secolo, dagli anni Cinquanta Matera si trovò in uno stato di rovina. E così il Presidente del Consiglio dell’epoca fece trasferire i circa 16.000 residenti in strutture abitative più moderne, abbandonando una città fantasma fatta di calcare che aspettava di recuperare la dignità perduta.

Nei decenni successivi, però, sorse e si sviluppò uno spirito di rinascita. Negli anni Ottanta, il governo offrì a Matera contributi per la ristrutturazione, inducendo giovani italiani operosi a trasferirsi qui. Artigiani locali si impossessarono del regno di grotte per trasformarle nei loro atelier dagli archi scoscesi, alcuni dedicando le loro abilità alla produzione locale dei cucù, tipici fischietti di ceramica.

Si mise così in moto un Rinascimento Italiano moderno e dinamico, in larga misura per mano di questi abitanti. Il loro maggior successo è riscontrabile oggigiorno in tutto ciò che va dai boutique hotel ricavati dalla ristrutturazione di grotte, agli incubatori tecnologici, ai musei, alle gallerie e alle abitazioni.

Il programma dell’Ancient Future di Matera 2019 comprende:

Cosmic Jives/ The Apollo Soundtrack – La leggenda della musica elettronica Brian Eno porta in scena una miscellanea di immagini e paesaggi sonori dal suo album Apollo, in memoria del 50° anniversario dall’atterraggio sulla Luna dell’Apollo 11

La poetica dei numeri primi – Una mostra con relativi laboratori e conferenze illuminano la magia della matematica, da Pitagora e Galileo alle opere d’arte di M.C. Escher

Lumen | Social Light – 15 installazioni luminoseabbaglieranno i visitatori nei siti sparsi per Matera, mentre alcuni laboratori invitano gli ospiti a creare la loro illuminazione per la città

Come nasce un Villaggio Globale

I progetti portanti per Matera 2019 danno slancio all’anima creativa e in continua evoluzione della città e dei suoi residenti. Il progetto I-DEA ospiterà spettacoli artistici multi-disciplinari incentrati sull’eredità culturale, artistica e antropologica della Basilicata, a cura di maestri italiani e internazionali. Inoltre, l’esodo degli anni Cinquanta dai Sassi di Matera verso quartieri di nuova fondazione sarà immortalato in una produzione originale di racconti orali.

© Open Design School - Matera 2019

L’altro progetto chiave, la Open Design School, servirà da laboratorio creativo in cui cittadini autoctoni e partecipanti stranieri potranno condividere idee, su arte, scienza e tecnologia, che determineranno la progettazione, produzione e messa in scena di Matera 2019.

© Open Design School - Matera 2019

I visitatori possono altresì diventare parte della città come ‘Temponauti’, ovvero esploratori onorari degli eventi. I viaggiatori più curiosi e indagatori possono farlo acquistando il Passaporto per Matera 2019 per la cittadinanza temporanea, che dà accesso a tutte le produzioni, gli eventi e le mostre per 365 giorni.

La lingua universale della musica unirà visitatori locali e internazionali il 19 gennaio 2019, per la Cerimonia d’Apertura di Matera Capitale Europea della Cultura, con performance di talenti nazionali e mondiali.

Nei vicoli, per le strade principali e nelle piazze risuoneranno le note delle fanfare di tutta la Basilicata e di altre Capitali Europee della cultura.

Ma a incarnare meglio lo spirito di cittadinanza culturale di Matera 2019, da estendere ai cittadini del mondo, saranno forse le attività del giorno successivo.

Il 20 gennaio, bande musicali della zona si esibiranno insieme ai colleghi stranieri in performance storiche nelle piazze dei rispettivi paesi d’origine della Basilicata, creando l’atmosfera d’ispirazione per un villaggio veramente globale.

Scopri altri eventi a Matera nel 2019.

Matera 2019 è ricca di opportunità per congiungersi e apprezzare insieme la ricca cultura della città…

Ka art – Una serie di incursioni nell’immaginazione e nelle storie; da dialoghi scrittore/artista a una performance/cena ibrida con le comunità locali

Rivelation Revelation Rid – Partecipa a un laboratorio guidato e contribuisci a un’opera lungo il corso del torrente Gravina per sensibilizzare sui temi ambientali

L’Atlante delle Emozioni delle Città – Esplora la città attraverso una mappa interattiva costituita dalle memorie dei Materani

Volontario 2019 – Diventa parte integrante di Matera 2019 donando il tuo tempo ai festeggiamenti