This content is not available in your region

Dubai accelera la rivoluzione robotica per spingere l'economia

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Dubai accelera la rivoluzione robotica per spingere l'economia
Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai

La rivoluzione robotica comporterà un aumento della produttività e della crescita economica a livello globale. Dubai ha lanciato un programma di robotica e automazione, guidato dalla Dubai Future Foundation, per far crescere la sua economia. Un'iniziativa che mira ad aumentare il contributo del settore al 9% del pil entro i prossimi 10 anni.

Il programma è stato annunciato dal principe ereditario di Dubai e presidente del Consiglio esecutivo di Dubai, lo sceicco Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum. Una mossa che mira a far diventare Dubai una delle prime 10 città nel settore della robotica e dell'automazione a livello globale.

L'impatto della robotica

Per Khalfan Belhoul, amministratore delegato della Dubai Future Foundation, la robotica e l'intelligenza artifciale combinate cambieranno il modo di lavorare: dalle procedure sanitarie e chirurgiche al settore dei consumi e della vendita al dettaglio, ci sarà un grande cambiamento. "La robotica avrà un ruolo di primo piano nelle nostre vite quotidiane: per fare acquisti al dettaglio, andare a scuola o visitare un medico - dice Belhoul -. Col passare del tempo vedremo sempre più robotica avanzata".

Un'economia da 13mila miliardi di euro

Gli esperti hanno notato che l'aumento dell'efficienza si tradurrà in un contributo importante all'economia, mentre recenti rapporti suggeriscono che l'intelligenza artificiale potrebbe aggiungere fino a 13mila miliardi di euro all'economia globale entro il 2030.

Commentando l'annuncio, Scott Livermore, capo economista e direttore generale di Oxford Economics Middle East, ha dichiarato che per raggiungere questo obiettivo sono necessari diversi pilastri. Ha osservato che saranno attuate politiche per sostenere gli investimenti nella robotizzazione e nell'automazione, unite a politiche per attrarre investimenti e talenti stranieri.

"In primo luogo, serve un piano strategico chiaro e a lungo termine - dice Livermore -. In secondo luogo, investimenti pubblici significativi in ricerca e sviluppo, parchi scientifici aziendali per sviluppare un ecosistema, costruire la giusta infrastruttura educativa e offrire incentivi alle aziende che investono in tecnologia".

200mila robot

La robotizzazione comporta una riduzione dei costi di produzione, una maggiore varietà di beni e servizi e la creazione di nuovi posti di lavoro. Nell'ambito del programma, nei prossimi 10 anni verranno impiegati 200.000 robot nei settori dei servizi, della logistica e dell'industria. Alcuni terminali di DP World, leader mondiale della logistica, sono già completamente automatizzati. 

"Questo è il futuro. Dobbiamo muoverci più velocemente - dice Ahmed Bin Sulayem, presidente e amministratore delegato del gruppo DP World -. Dobbiamo movimentare più merci e la tecnologia è la spina dorsale di tutto questo. Boxpay per esempio offre un'efficienza quasi del 100% nella movimentazione, nello stoccaggio e nella consegna. La sicurezza è la priorità assoluta nei terminal della logistica. Quindi meno persone ci sono meglio è per noi".

La nuova iniziativa si concentrerà su cinque aree chiave: produzione e manifattura, servizi al consumatore e turismo, mobilità connessa e logistica, ambienti estremi e sanità.

Edifici intelligenti

Secondo Chris Roberts, presidente del consiglio di amministrazione di Singularious e amministratore delegato di Eltizam Group, anche un settore come quello immobiliare potrebbe ottenere notevoli vantaggi economici. "La parte fondamentale è ottenere una risorsa consapevole. In una smart city è l'edificio a dirvi come deve essere gestito - dice Roberts -. Quando si crea una città intelligente, che è quello che stiamo cercando di fare negli Emirati Arabi Uniti, è l'intera città a dirci come dovrebbe funzionare. Per raggiungere questo obiettivo, c'è bisogno di dati, di automazione e di farlo alla svelta". 

L'adozione e lo sviluppo delle più recenti tecnologie robotiche, il potenziamento dei talenti locali e la generazione di nuove soluzioni innovative sono i presupposti per cui, volenti o nolenti, l'intelligenza artificiale e l'automazione faranno sempre più parte della nostra vita quotidiana.