This content is not available in your region

World Economic Forum: il Sudafrica sotto i riflettori

Di Jack Parrock
euronews_icons_loading
World Economic Forum: il Sudafrica sotto i riflettori
Diritti d'autore  euronews

I delegati di tutto il mondo si sono incontrati a Davos per il Forum Economico Mondiale, la prima edizione in presenza dopo 3 anni .

Mentre il mondo si trova ad affrontare sfide senza precedenti con la guerra in Ucraina e le scosse di assetestamento dell'economia post Covid-19, molti Paesi - tra cui il Sudafrica - stanno emergendo con brillanti ambizioni per il futuro.

"C'è stata una percezione negativa della politica di crescita del Sudafrica, molti credono sia caratterizzata dall’ incertezza e altri fattori negativi -dice Leila Fourie, Amministratrice delegata della borsa di Johannesburg-.Noi invece cerchiamo di presentare la storia di ciò che sta accadendo sul campo: questa grande trasformazione, la politica del governo in materia di energia, l'attenzione alle energie rinnovabili, la traiettoria di crescita sia legata ai mercati finanziari che alle materie prime e il rinnovato interesse degli investitori stranieri per il Sudafrica. Il Sudafrica si trova in questo momento in una posizione relativamente favorevole rispetto ai Paesi BRICS".

Il Sudafrica, a difesa dei piu vulnerabili per l'accesso ai vaccini

Come la maggior parte dei Paesi, il Sudafrica non è sfuggito alla pandemia, ed ha sofferto la perdita di vite umane e di mezzi di sussistenza.

Tuttavia, il governo ha risposto con forza alla crisi interna e ha guidato un'alleanza internazionale per i vaccini per l'Africa, come dichiara la Ministra per lo Sviluppo Umano, Mmamoloko Kubayi. 

"Come Paese, siamo stati in grado di parlare non solo per noi stessi per quanto riguarda l'accesso al vaccino, ma anche a dar voce all'esigenze del continente. "

Come Paese, siamo stati in grado di parlare non solo per noi stessi per quanto riguarda l'accesso al vaccino, ma anche a dar voce all'esigenze del continente.
Mmamoloko Kubayi.
Ministra per lo Sviluppo Umano del Sudafrica

"Ci teniamo infatti a scoraggiare la comunità globale dal monopolizzare l'accesso ai vaccini- ha proseguito la Ministra-.Vogliamo piuttosto assicurarci che siano distribuiti equamente in modo che tutte le nazioni siano in grado di accedere ad essi per operare in sicurezza e riprendersi. Questo ci ha reso leader nel parlare a favore dei più vulnerabili".

Economia Sudafricana:tra decarbonizzazione e crescita

L'economia sudafricana ha iniziato a riprendersi nel 2021, con una crescita del 4,9%.

Anche gli investimenti diretti esteri in Sudafrica sono aumentati nel 2021, raggiungendo i 36 miliardi di euro.

Lanciata alla COP26, la Just Energy Transition Partnership mira a sostenere il Sudafrica nella decarbonizzazione della sua economia.

Nei prossimi tre-cinque anni saranno disponibili fino a 8 miliardi di euro. Un sostegno essenziale per il proseguimento della ripresa del Paese, soprattutto considerando le criticità che sta affrontando il settore energetico sudafricano a detta di Mark Swilling, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca di Sviluppo dell'Africa del Sud. 

"Un cambiamento sarà assolutamente fondamentale. Il nostro sistema energetico sta letteralmente collassando, il nostro piano di ripresa economica non ha alcuna chance se il sistema energetico non viene sistemato . Sono dunque necessari numerosi cambiamenti normativi per assicurarci di affrontare le nostre sfide, ma abbiamo bisogno di notevoli investimenti internazionali e locali nella transizione energetica... se ci riusciremo, tuteleremo il futuro del Sudafrica", ha dichiarato Swilling.

Il Sudafrica, settimo produttore mondiale di carbone, ha un gran numero di posti di lavoro nel settore e la Banca di sviluppo vuole assicurarsi che i lavoratori di questo settore non paghino il prezzo della transizione, come ci spiega Patrick Dlamini, CEO della Banca dello Sviluppo del Sudafrica.

"Come Paese e con i nostri partner internazionali dobbiamo iniziare a parlare di come possiamo effettuare la transizione in modo responsabile potenziando e non danneggiando la nostra economia. Siamo una nazione con una triplice sfida - disoccupazione, disuguaglianza e povertà - quindi se siamo una nazione con così tante sfide dobbiamo parlare di come possiamo effettuare la transizione con attenzione e trasformare la nostra economia in modo da creare più posti di lavoro e da costruire un'economia più inclusiva. In questa maniera saremo in grado di attirare gli investitori internazionali".

Non si tratta solo di investire nelle grandi imprese. Anche le PMI e le imprese sociali hanno un ruolo vitale da svolgere per una ripresa continuativa, e la chiave per attrarre gli investimenti, per l'innovatore sociale Rene Parker, è pensare alle imprese come ad una forza positiva.

"Quando facciamo affari, facciamo buoni affari -questa è la filosofia delle imprese sociali e dovrebbe diventare l'abitudine anche per le grandi imprese. Fare buoni affari ed essere consapevoli dell'ambiente e delle persone intorno a noi, nelle nostre comunità, è qualcosa che dovrebbe essere parte integrante del fare affari", ha affermato Parker, CEO di Rlabs.

Come per tutte le conferenze internazionali, il successo dell'incontro si giocherà solo negli anni a venire, ma il messaggio del Sudafrica è che è aperto e favorevole agli investimenti in un mondo post-pandemia.

Journalist • Ludovica Longo