This content is not available in your region

Scuola Digitale: l'iniziativa di Dubai per garantire l'istruzione a un milione di rifugiati

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Scuola Digitale: l'iniziativa di Dubai per garantire l'istruzione a un milione di rifugiati
Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai

Garantire l'istruzione ai rifugiati è una priorità. Secondo gli ultimi dati dell'Onu quasi la metà dei bambini in questa condizione non frequenta la scuola, un numero che è continuato a crescere durante la pandemia. Il Mohammed Bin Rashid Global Initiatives di Dubai ha lanciato "The Digital School" (Scuola Digitale): l'obiettivo dell'iniziativa è di avere 1 milione di studenti a livello globale nei prossimi 5 anni.

Nel 2020 è cominciato un periodo di prova. Quest'anno la prima fase di Scuola Digitale è stata lanciata ufficialmente in 5 paesi: Egitto, Giordania, Iraq, Mauritania e Colombia. Parteciperanno fino a 20.000 studenti, mentre saranno 500 gli insegnanti formati. Saranno lanciati 120 centri di apprendimento che forniranno contenuti educativi in arabo, francese, spagnolo e inglese.

"Stiamo scegliendo luoghi che abbiano almeno delle infrastrutture di base: elettricità e connettività a banda larga - dice Omar Bin Sultan Al Olama, presidente del consiglio di amministrazione di The Digital School -. Il minimo per garantire agli studenti l'accesso al servizio. Scarichiamo il contenuto su dei tablet e gli forniamo i tablet con il curriculum educativo".

Partnership per il futuro

All'iniziativa partecipano più di 35 organizzazioni internazionali e istituzioni accademiche, educative e di ricerca, come Unesco, Unicef, Harvard e Arizona State University. "Crediamo nelle partnership - dice Waleed Al Ali, segretario generale di The Digital School -. Ed è per questo che l'Alleanza per il futuro dell'apprendimento digitale è il nostro obiettivo, il nostro metodo per portare partner da diversi settori - dall'istruzione, dalla tecnologia, dall'accademia, dai governi - per assicurarci di avere un modello più completo per la scuola digitale".

L'iniziativa si avvale anche della collaborazione di una serie di enti di Dubai, tra cui Dubai Cares, The Emirates Red Crescent e la Knowledge and Human Development Authority. Questi enti stanno costruendo centri di apprendimento nei campi profughi e nelle aree più difficili da raggiungere, oltre a utilizzare gli spazi esistenti. Accordi con diversi governi e istituzioni internazionali hanno aiutato a superare varie sfide, tra cui la connettività: alcuni internet provider hanno fornito gratuitamente l'accesso a internet.

Educazione al cambiamento

Scuola Digitale si adatta alle esigenze e agli standard educativi di ciascun paese. Il materiale educativo digitale viene caricato sui tablet sotto la supervisione di un insegnante o di un facilitatore. "Questo sistema dà agli studenti conoscenze e competenze essenziali per il loro futuro immediato e a lungo termine - dice la dottoressa Lesley Snowball, direttrice dell'istruzione di The Digital School -. Crediamo che gli studenti sentiranno un senso di appartenenza a una comunità più ampia, e capiranno che la comunità mondiale si preoccupa davvero di loro e del loro potenziale".

Waleed Al Ali, segretario generale di The Digital School, ha detto che sono stati sorpresi dal ritmo di apprendimento di insegnanti, facilitatori e studenti: "La gente presume che, poiché si tratta di comunità poco servite e meno fortunate, ci metteranno un po' di tempo a mettersi al passo. Ma sono molto intelligenti, capiscono la loro situazione e vogliono imparare sempre più cose".

Mrajeeb Al Fhood, campo per i rifugiati siriani in Giordania, faceva parte della fase pilota ed è stato lanciato due anni fa con 60 studenti. Oggi ci sono più di 750 alunni iscritti. Fatima Al Gabawy, lei stessa rifugiata, si è sottoposta al programma di formazione di 6 mesi per diventare facilitatrice nella scuola. Ha rivelato che l'esperienza le ha dato un senso di responsabilità e di iniziativa. "Gli studenti vengono aiutati nel passaggio da una fase all'altra - dice Fatima -. Ci sono certificati forniti dalla scuola digitale che sono riconosciuti a livello mondiale e permettono agli studenti di iscriversi a università o college".