This content is not available in your region

A Dubai il Ministero per l'Economia promuove AIM, una rete che crea opportunità e investimenti

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Business Line
Business Line   -   Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai

Il Dubai Annual Investment Meeting è un'iniziativa del Ministero dell'Economia degli Emirati Arabi Uniti per fornire un quadro di scambio globale sulle politiche di investimento internazionale e la crescita. La piattaforma aspira ad accendere una trasformazione positiva creando opportunità di investimento.

L'undicesima edizione dell'AIM è stata aperta da Abdullah bin Touq Al Marri, Ministro dell'Economia degli Emirati Arabi Uniti, che ha definito l'agenda.

"La struttura dell'AIM è stata creata specificamente per promuovere lo scambio globale sui principi chiave che sottendono gli investimenti, i movimenti e le tendenze per guidare una crescita globale intelligente e inclusiva"

Il tema di quest'anno era sugli investimenti nell'innovazione sostenibile per un futuro prospero. Gli organizzatori hanno detto che questo si traduce in investimenti diretti esteri, investimenti di portafoglio, PMI e start-up e il futuro delle città.

Dawood Al Shezawi, presidente del comitato organizzativo dell'Annual Investment Meeting, ha detto che i paesi si riuniscono per promuovere i loro investimenti diretti esteri e i loro imprenditori.

Più di 174 paesi hanno partecipato all'evento di tre giorni tenutosi presso il Dubai Exhibition Centre all'Expo 2020

Ana Draskovic è il direttore della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo stava parlando in un pannello sulla sostenibilità.

"Uno dei messaggi che è anche abbastanza interessante è che la sostenibilità non è più un costo per le imprese. In realtà è una fantastica opportunità di business. Quindi una classe di attività completamente nuova, e qualcosa che tutti dovrebbero esaminare"

Oltre a concentrarsi sull'attrazione di nuovi investimenti, l'AIM ha fissato un'agenda per l'anno prossimo per guardare verso lo sviluppo dell'imprenditoria giovanile e più città del futuro.

Dawood Al Shezawi, presidente del comitato organizzativo dell'Annual Investment Meeting, ha detto che i paesi si riuniscono per promuovere i loro investimenti diretti esteri e i loro imprenditori.

Più di 174 paesi hanno partecipato all'evento di tre giorni tenutosi presso il Dubai Exhibition Centre all'Expo 2020

Il CEO di Tourism Ireland, Niall Gibbons, ha detto che il rapporto tra le due nazioni è molto speciale.

"Risale a decenni fa. Ci sono alcuni grandi personaggi irlandesi che sono venuti qui negli anni '70". Colm McLoughlin - Dubai Duty Free. Gerald Lawless - Jumeirah Group. E fino ad oggi, stanno ancora tornando indietro e avanti e c'è una grande comunità irlandese qui ora", ha detto.

Più di dieci anni fa è stata presa la decisione di stabilire una presenza di Tourism Ireland negli Emirati Arabi Uniti per nutrire questa connessione.

"È stato fantastico perché la connettività ora è arrivata con Emirates, con Etihad e stiamo vedendo un gran numero di persone da questa regione visitare l'Irlanda e dal punto di vista del turismo è tutto buono", ha aggiunto Niall Gibbons.

Per Tourism Ireland la regione era fondamentale per la diversificazione del mercato e l'industria dipendeva fortemente dai turisti britannici e nordamericani.

" Con Emirates collegata con oltre 200 destinazioni in tutto il mondo e Etihad ben collegata, ci dà un grande gateway da qui, ma anche in altri mercati come India, Cina, Australia, Nuova Zelanda e ovviamente COVID è arrivato e ha un grande impatto sul settore. Ma ora si tratta di tornare al turismo", ha detto il CEO di Tourism Ireland, Niall Gibbons.

Vivere fuori rete

Altrove, mentre la riunione annuale degli investimenti affronta le sfide della sostenibilità e dell'innovazione a livello governativo, alcuni individui stanno cercando soluzioni da soli. In Australia, la maggior parte delle persone si affida ai governi locali e alle aziende private per accedere all'acqua e all'elettricità, ma alcuni si stanno rivolgendo a opzioni off-grid nella speranza di diventare autosufficienti.

Circa venticinque anni fa Michael Mobbs, è andato off-grid. Lo specialista di progetti sostenibili ha detto che è stato per due motivi: "Mi avevano detto che non si poteva fare. E così, come un bambino, ho voluto farlo. E in secondo luogo, ho questo istinto viscerale che dobbiamo mostrare più amore possibile alla Terra".

La sua casa ha cisterne interrate che raccolgono l'acqua piovana non filtrata per il riutilizzo. La pioggia raccolta passa attraverso i filtri e i tubi e nelle cisterne. Poi, quando serve alla casa, viene sterilizzata da una lampada a raggi ultravioletti per uccidere virus e agenti patogeni.

Il dottor Alejandro Montoya, direttore della scuola di ingegneria chimica e biomolecolare dell'Università di Sydney ha detto che il riciclaggio dell'acqua sta diventando molto importante a causa della scarsità di acqua pulita in alcune aree.

"Il cambiamento climatico influisce sulle forniture d'acqua, e quindi ci troveremo ad un punto in cui avremo bisogno di acqua pulita e di un flusso sostenuto per un aumento della popolazione in questo pianeta".

Nel 1996 Michael Mobbs ha installato 18 pannelli solari sul suo tetto, aggiungendo in seguito 12 pannelli, aumentando la capacità totale di potenza di  tre punti . Nel 2015 ha fatto un passo avanti e ha scollegato la sua casa dalla rete elettrica.

Andare off-grid ha senso dal punto di vista ambientale, ma potrebbe non funzionare dal punto di vista finanziario.

Gregor Verbic, professore associato, Centro per le reti energetiche future, Università di Sydney: " Quale opzione è più economica? Ed è abbastanza ovvio che usare ancora la rete principale a Sydney e in altre grandi città, altre aree popolate è ancora più economico, ha detto.

Per Gregor Verbic il futuro dell'elettricità è nelle rinnovabili. Ma significherà cambiare il modo in cui consumiamo .