This content is not available in your region

Un sigillo europeo per viaggiare in sicurezza in tempo di Covid

Di Paul Hackett
euronews_icons_loading
Un sigillo europeo per viaggiare in sicurezza in tempo di Covid
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Questa settimana in Business Planet ci occupiamo delle ultime iniziative europee per aiutare il settore delle vacanze e dell'ospitalità senza smettere di proteggere i viaggiatori. Siamo in Portogallo per vedere che cosa sta facendo un gruppo alberghiero per attirare turisti.

Far sentire al sicuro chi viaggia

Vila Galé è uno dei maggiori gruppi alberghieri in Portogallo, con quasi 40 hotel e resort disseminati in tutto il paese. Dopo mesi di lockdown, il gruppo punta sull'estate per recuperare le perdite. Ha quindi adottato subito il Sigillo di sicurezza Covid-19 per il turismo europeo, il nuovo marchio d'eccellenza che punta ad armonizzare le misure sanitarie e di sicurezza nel settore dell'ospitalità nell'Unione europea.

A Elvas, al confine con la Spagna, abbiamo incontrato uno dei direttori senior della società, Paul for Gonçalo Rebelo Almeida, che ci ha spiegato che cosa ha spinto il gruppo a prendere la decisione di adottare il sigillo, pur avendo implementato già in precedenza diversi protocolli sanitari: "Per riconquistare la fiducia dei nostri clienti era molto importante mettere in atto procedure aggiuntive, in modo che chi soggiorna nelle nostre proprietà si senta al sicuro".

All'inizio, confessa Gonçalo, non è stato facile capire i dettagli, "Ma dopo, visto che il settore alberghiero applica già molte procedure per garantire pulizia e sicurezza, non è stato così complicato. Un problema per noi è il distanziamento sociale, bisogna mantenere le distanze nei ristoranti, nei bar, nelle piscine, e questo è più impegnativo da mettere in pratica".

Con il nuovo sigillo si vogliono rassicurare i viaggiatori mostrando che le strutture hanno integrato determinate misure sanitarie e di sicurezza e stanno seguendo le migliori pratiche.

Nonostante la crescente preoccupazione per la diffusione della variante Delta, si spera che il marchio, insieme al nuovo passaporto vaccinale europeo, il certificato Covid digitale, aiuterà a farci tornare a viaggiare in sicurezza.

Verso regole uguali per tutti i paesi

Per saperne di più, ne abbiamo parlato con Natalia Ortiz de Zárate, dell'Associazione spagnola per la standardizzazione, che ha contribuito a progettare il sigillo e ci ha spiegato che "Il sigillo stabilisce misure sanitarie e di sicurezza per l'intera catena del valore del turismo. Le strutture devono implementare i requisiti specifici a loro applicabili, relativi a personale, pulizia, ventilazione, informazione e altro, in base alla propria valutazione di rischio sul Covid-19". Operazioni che, a suo parere, non dovrebbero creare difficoltà: "La maggior parte delle strutture ha già adattato le proprie operazioni per far fronte alla pandemia, quindi allinearsi ai requisiti fissati dal sigillo dovrebbe essere facile", commenta.

In questo momento, però, le restrizioni ai viaggi in Europa cambiano ancora da paese a paese. Gonçalo ha solo un desiderio: "Vorrei vedere in un futuro prossimo le stesse regole per tutti i paesi. Sarà molto importante per ripristinare la fiducia e tornare a viaggiare in Europa".

Link utili