This content is not available in your region

Dal primo gennaio 2023 la Croazia sarà nell'Eurogruppo. Una decisione storica per Zagabria

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Eurogruppo
Eurogruppo   -   Diritti d'autore  ANDRE PAIN/AFP or licensors

Ora è ufficiale. La **Croazia adotterà la moneta unica europea dal primo gennaio 2023,**diventando ufficialmente il 20° paese membro della zona-euro. L'ingresso è stato formalizzato alla riunione dei ministri finanziari a Bruxelles.  

Una decisione che arriva in un momento delicato per il governo di Zagabria alle prese con l’inflazione alle stelle e il caro vita. Nonostante i nodi da scogliere per la Croazia, che ha aderito all’Unione europea nel 2013, è un grande passo in avanti, come ha sottolineato anche il ministro delle finanze croato Zdravko Marić

"E’ un grande giorno per l'Unione Europea, per l'Unione monetaria europea, perché il fatto che la Croazia diventerà paese membro della zona euro è un chiaro segnale che l'integrazione europea è in corso nonostante tutte le sfide che stiamo affrontando. E’ un messaggio forte e positivo per tutti i cittadini, gli investitori e i mercati. vero messaggio forte e positivo a tutti i nostri cittadini, clienti a tutti i nostri mercati" .

Il tasso di conversione tra l'euro e la kuna croata a 7,53450 kuna per 1 euro. Il cambio corrisponde all'attuale parità centrale della kuna nel meccanismo di cambio (Erm II).

Un passo avanti verso la stabilità

Mentre l’euro si sta indebolendo a causa di tensioni geopolitiche come la guerra in Ucraina, la moneta unica è sulla soglia della parità con il dollaro per la prima volta in vent’anni. Intanto la Croazia ripone molta fiducia nella valuta, una manovra che porterà stabilità politica ed economica al paese, grazie anche ad investimenti più facili con costi più bassi.

Jacob Kirkegaard, analista del German Marshall Fund fa notare che "Nonostante tutte le oscillazioni cicliche di breve termine che influiscono negativamente o positivamente sull'area dell'euro, la moneta unica e la stabilità - che a parità di condizioni –sono ancora un potente richiamo per molti paesi. Specie per la Croazia, teatro di guerre civili e di distruzione. Ora è un membro a pieno titolo del nucleo interno dell'Unione Europea. E come tale nel medio e lungo periodo beneficerà di livelli di inflazione molto più bassi, stabilità monetaria, tassi di interesse più bassi e maggiore l'influenza politica, fattori che derivano dall’essere un paese della zona-euro.”

A congratularsi con il governo di Zagabria anche la presidente della BceChristine Lagarde nel corso della cerimonia di firma a Bruxelles degli atti giuridici necessari per consentire alla Croazia di introdurre l'euro. 

La Croazia siederà nel Consiglio direttivo della Banca centrale europea il 1° gennaio 2023 quando inizierà formalmente a utilizzare l'euro.