EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Medico brutalmente aggredito a pronto soccorso da parenti malato

Mani al collo e colpi in testa a dottoressa da figlia paziente
Mani al collo e colpi in testa a dottoressa da figlia paziente
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 DIC - Una dottoressa è stata aggredita nel pomeriggio al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo di Napoli. A raccontarlo è l'Associazione nazionale guardie giurate, secondo la quale alle ore 16:30 è giunta al pronto soccorso dell'ospedale una ambulanza che trasportava un paziente ultrasettantenne con problemi cardiaci non accompagnato da parenti. Improvvisamente le condizioni cliniche dell'uomo sono peggiorate, è andato in arresto cardiaco, e mentre i sanitari effettuavano le manovre di rianimazione cardiopolmonare un infermiere ha allertato telefonicamente la famiglia. In pochi minuti questi sono giunti al pronto soccorso e in particolar modo la figlia del paziente avrebbe afferrato per il collo una dottoressa ed incominciato a colpirla alla testa mentre altri parenti mettevano a ferro e fuoco i locali del codice rosso, rompendo porte e suppellettili. E' stata chiamata ed è intervenuta la polizia. Per Giuseppe Alviti, leader associazione nazionale guardie particolari giurate "è ora di militarizzare I pronto soccorso prima che piangiamo morti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cipro, cinquant' anni dopo l'invasione turca del 1974 che portò alla spartizione del Paese

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale

Parigi 2024, la sindaca Hidalgo nuota nella Senna alla vigilia delle Olimpiadi