Un tredicenne muore a scuola dopo l'ora di educazione fisica

Legale: 'Medici non autorizzano trasferimento in Italia'
Legale: 'Medici non autorizzano trasferimento in Italia'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SAN COSTANTINO CALABRO, 21 DIC - La Procura della Repubblica di Vibo ha aperto una inchiesta per far luce sulle cause della morte di un 13enne avvenuta questa mattina a San Costantino Calabro, durante l'orario scolastico. Il ragazzino, una volta terminata l'ora di educazione fisica, si è improvvisamente accasciato al suolo ed è deceduto tra le braccia dei compagni. A dare l'allarme sono stati gli stessi compagni di classe che hanno avvisato l'insegnante. Sono scattati i soccorsi con l'intervento dei sanitari del 118 ma tutti i tentativi di rianimazione si sono rivelati inutili. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per la ricostruzione dell'accaduto e l'avvio delle indagini. Della vicenda è stata informata la Procura di Vibo Valentia che ha avviato le indagini. Il sindaco di San Costantino Calabro Nicola Derito ha stabilito per la giornata di domani la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio comunale in segno di lutto. Sospese anche le attività in programma nel periodo natalizio in segno di rispetto per la famiglia del tredicenne. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nelle acque siciliane va in scena l'esercitazione della Nato Dynamic Manta

Le notizie del giorno | 27 febbraio - Serale

Polonia, gli agricoltori protestano a Varsavia: "Uscire dal Green Deal dell'Ue"