Nessun colpevole per i 6 morti a Olbia del ciclone Cleopatra

Cassazione, prescrizione per i tre imputati tra cui l'ex sindaco
Cassazione, prescrizione per i tre imputati tra cui l'ex sindaco
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - OLBIA, 21 DIC - Nessun colpevole per l'alluvione che costò la vita a sei persone a Olbia il 18 novembre 2013. La Corte di Cassazione ha dichiarato prescritto il reato di omicidio colposo plurimo di cui erano accusati l'ex sindaco del capoluogo gallurese Gianni Giovannelli, il dirigente comunale Antonello Zanda e il funzionario Giuseppe Budroni, già condannati in appello a Sassari a due anni (Giovannelli) e un anno e otto mesi (i due dirigenti). I giudici hanno accolto la richiesta formulata dal procuratore generale durante l'ultima udienza di ieri. Dopo dieci anni si conclude così a Roma il maxi processo sul ciclone Cleopatra che causò la morte di 19 persone in Sardegna, 13 delle quali solo in Gallura. La Corte ha anche annullato gli aspeti della vicenda che riguardano gli effetti civili nei confronti di Budroni e Zanda, "con rinvio al giudice civile competente per valore in grado di appello". Rigettato, invece, un analogo ricorso presentato da Giovannelli e dal Comune di Olbia, che, in solido, dovranno rifondere le spese sostenute per il giudizio di legittimità alle parti civili (ripartite nel dispositivo), ossia i familiari delle vittime morte durante l'alluvione. A leggere il dispositivo, secondo gli avvocati difensori, non sembra che la prescrizione sia avvenuta prima della sentenza di condanna inflitta dalla Corte d'appello di Sassari. E quindi parrebbe che i familiari delle vittime, costituite parte civile, non dovranno restituire i soldi dei risarcimenti già ottenuti. "Attendiamo, però, le motivazioni per capire meglio - spiega all'ANSA l'avvocato Jacopo Merlini, che con il collega Pasquale Ramazzotti difende Budroni e Zanda - Possiamo comunque già dirci molto soddisfatti per come è andata". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere