EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Uccide 80 tra cervi e daini nel Novarese senza licenza di caccia

Denunciato dai carabinieri forestali un agricoltore della zona
Denunciato dai carabinieri forestali un agricoltore della zona
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 19 DIC - Un totale di ottanta grandi ungulati, tra cervi e daini, sono stati trovati uccisi in un'area agricola di Agrate Contubria (Novara) dai carabinieri forestali di Lesa con il supporto dei nuclei forestali di Novara e di Oleggio. Hanno dato esecuzione a decreti di perquisizione e di ispezione emessi dalla Procura di Novara per reati di uccisione di animali per crudeltà e senza necessità, porto abusivo di armi e furto venatorio a carico di un agricoltore della zona. Le indagini erano nate a seguito di una segnalazione giunta ai militari relativa alla presenza di numerose carcasse nella zona. Le carcasse trovate erano soprattutto di ungulati maschi, con evidenti segni che riconducevano l'abbattimento a colpi di arma da fuoco e avvenuto per tutti i capi in breve tempo, senza prelevare parti per procurarsi carne o trofei. Gli accertamenti hanno condotto a indagare un agricoltore privo di licenza di caccia e, ispezionati gli animali, sono state estratte le munizioni per confrontarle poi con eventuali armi in possesso dell'uomo. Dall'agricoltore i carabinieri hanno trovato dodici armi a canna lunga detenute per uso sportivo, una pistola, coltelli da caccia, numerose munizioni, un trofeo di cervo, puntatori e ottiche di precisione e un laccio metallico. Sono stati sequestrati anche i dispositivi informatici per le successive analisi forensi. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi: tuffo nella Senna per la ministra dello Sport Oudéa-Castéra

János Bóka: "L'Europa deve avere rapporti diplomatici con la Russia"

Spagna: sette feriti nella festa a Pamplona, nessuno dalle corna dei tori