EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Presentato il calendario dell'Arma dei Cc in friulano

Comandante Legione Fvg, gen.Atzeni, 'tributo a terra che amiamo'
Comandante Legione Fvg, gen.Atzeni, 'tributo a terra che amiamo'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - UDINE, 18 DIC - "Questo calendario 2024, giunto alla 2/a edizione in lingua friulana, è per noi particolarmente iconico, un segno di cultura e di vicinanza al territorio, e sono convinto che per l'avvenire si potrà continuare a stamparlo: è il giusto tributo nei confronti di questa terra che tutti noi amiamo, indipendentemente dalla nostra provenienza". Lo ha detto il gen. di brigata Francesco Atzeni, comandante della Legione Carabinieri "Friuli Venezia Giulia", presentando la 2/a edizione in 'marilenghe' del tradizionale calendario dell'Arma. La traduzione è stata curata dall'Arlef, Agenzia regionale per lingua friulana, presente all'incontro con il presidente, Eros Cisilino. Il calendario a livello nazionale viene stampato in dieci lingue, compreso l'arabo e il cinese, e tirato in un milione e 200 mila copie, di cui oltre 16mila in lingue straniere. "E' un messaggio - ha sottolineato Atzeni - che portiamo in giro per il mondo attraverso i carabinieri delle ambasciate e delle rappresentanze diplomatiche e in collaborazioni con forze armate e di polizia nei cinque continenti". Il calendario, divenuto oggetto di collezione, "si trova negli uffici pubblici, ma anche in tante case", appunto. A tal punto che il numero di copie tirate quest'anno è aumentato di 4.200 unità. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Razionamento dell'acqua in Romania per migliaia di persone a causa della siccità

Francia, comprare sesso resta un reato: lo decide la Corte europea dei diritti dell'uomo

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo