EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Papa: ho preparato la mia tomba in Santa Maria Maggiore

'Mai pensati di dimettermi, Milei mi ha invitato in Argentina'
'Mai pensati di dimettermi, Milei mi ha invitato in Argentina'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - In un'intervista esclusiva con l'emittente messicana N+, papa Francesco "ha rivelato di aver preparato la sua tomba nella Basilica di Santa Maria Maggiore per la grande devozione che ha verso la Vergine Salus Populi Romani e che sta semplificando il rito dei funerali papali". Lo rende noto su X la giornalista Valentina Alazraki, che ha realizzato l'intervista. Il pontefice ha spiegato che "quando arrivano la vecchiaia e i limiti bisogna prepararsi" e "per questo ha incontrato il cerimoniere per semplificare i funerali papali, che saranno molto più semplici". "Lancerò il nuovo rituale", ha detto "con umorismo" papa Francesco, scrive la corrispondente messicana in Vaticano. Bergoglio "ha detto che nonostante i problemi di salute avuti quest'anno non ha mai pensato di dimettersi". In merito alla rinuncia al pontificato di Benedetto XVI, papa Francesco ha commentato - sempre secondo il resoconto della Alazraki - che Ratzinger "era un uomo grande e umile, che quando si è reso conto dei suoi limiti ha avuto il coraggio di dire basta". Bergoglio "ha confermato di avere ricevuto l'invito" a recarsi in Argentina da parte "del presidente Javier Milei". Commentando con la corrispondente messicana in Vaticano le accuse e le offese rivoltegli dal leader argentino, Francesco ha detto che "quello che si dice in campagna elettorale cade da solo". Milei aveva detto che "il Papa ha un'affinità con i comunisti assassini" e lo aveva definito "il rappresentante del Maligno sulla Terra". A chiusura dei comizi, dallo staff di Milei era stata anche auspicata "la sospensione delle relazioni diplomatiche con il Vaticano fintanto che nella Chiesa primeggi uno spirito totalitario". La Santa sede e Bergolgio non hanno mai replicato a queste offese. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa: si dimette il capo del Secret Service, Biden "a breve nominerò nuovo direttore servizi segreti"

Le notizie del giorno | 23 luglio - Serale

Cina media un accordo interno tra fazioni palestinesi per la gestione postbellica di Gaza