EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sindacato, rissa in carcere Sanremo per alcol prodotto da frutta

Uspp, 'troppe violenze, bisogna sostituire alimenti'
Uspp, 'troppe violenze, bisogna sostituire alimenti'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SANREMO, 12 DIC - Sospendere la distribuzione di frutta, sostituendola con altri alimenti, come le gelatine confezionate, per arginare l'abuso di alcol. A lanciare il monito è il sindacato ligure della polizia penitenziaria Uspp, che in una nota interviene su una rissa nel carcere di Valle Armea a Sanremo, dove in precedenza era stato anche picchiato in modo selvaggio Alberto Scagni, ancora in coma farmacologico e prognosi riservata. Sabato scorso, denuncia il sindacato, detenuti di naqzionalità diverse si sono affrontati per un regolamento di conti: "Gli atti di violenza pare che vengano commessi da detenuti sotto l'effetto dell'alcol ricavato clandestinamente attraverso la macerazione della frutta - si legge in una nota - a conferma di ciò, ci viene riferito che a uno dei detenuti coinvolti nella maxi rissa, giunto al pronto soccorso, sia stato riscontrato un elevato tasso alcolemico nel sangue". "A rischio non è solo l'incolumità degli agenti, ormai allo stremo, ma anche di quei detenuti più fragili. Non si comprende per quale motivo non sia stata sospesa la distribuzione di frutta sostituendola con altri alimenti come le gelatine confezionate, soluzione già in uso in altri istituti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La crisi immobiliare colpisce la Grecia, i prezzi delle case sono aumentati dell'11 per cento

Francia, Macron rassicura la Nato sugli impegni per l'Ucraina: dilemma maggioranza e primo ministro

Le notizie del giorno | 12 luglio - Serale