Onde oltre 4 metri, stop a traffico marittimo porto Livorno

Per forte mareggiata chiuso viale Italia.Niente corse ippodromo
Per forte mareggiata chiuso viale Italia.Niente corse ippodromo
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LIVORNO, 02 DIC - Traffico marittimo sospeso nel porto di Livorno per le condizioni meteomarine proibitive. Da stamani intorno alle 5 il vento di Libeccio sopra i 50 nodi, come segnalano dall'Avvisatore marittimo del porto, con onde oltre i 4 metri ha paralizzato le attività a banchina impedendo l'attracco di navi e traghetti. Al momento sospesi i collegamenti con le isole. Gli ultimi due ingressi in porto sono stati intorno alle 3.40 quelli della Mega Express 2 proveniente da Golfo Aranci, che ha anticipato l'attracco, e alle 5.40, con qualche difficoltà nonostante i due rimorchiatori in appoggio, della Moby Vincent, anch'essa proveniente dalla Sardegna. Nel canale di Piombino invece collegamenti regolari per l'isola d'Elba, confermano dalla capitaneria piombinese, a parte la compagnia Blue Navy che ha sospeso le corse del traghetto Acciarello. A causa poi della fortissima mareggiata la Protezione civile del Comune di Livorno - che per l'allerta arancione per vento e mareggiate oggi aveva già disposto la chiusura di parchi e cimiteri - ha chiuso al traffico il viale Italia, sul lungomare, tra piazza San Jacopo e via Forte dei Cavalleggeri. Annullata anche la giornata di corse al galoppo all'ippodromo Caprilli per il forte vento. Sistema Cavallo, la società che gestisce l'impianto, comunica che non sussistono le condizioni per svolgere la giornata di corse programmata in sicurezza. Nella notte rovesci e temporali si sono registrati, come riferito intorno alle 3 dal governatore Eugenio Giani sui social, "in particolare sulle zone nord occidentali, in estensione nelle prossime ore verso est, che hanno portato all'aumento dei livelli dei fiumi in queste aree. Il Magra a Villafranca in Lunigiana ha superato il primo livello di guardia e si trova a circa 2,5 metri". Riguardo alla provincia di Firenze, informa la Protezione civile della Metrocittà, nell'arco di tre ore, dalla 4 alle 7 circa, piogge diffuse (cumulato massimo 42 mm a Nave di Rosano) ma livelli dei corsi d'acqua principali regolari mentre "le precipitazioni, associate a locali colpi di vento, stanno determinando locali criticità alla viabilità con detriti e rami sul piano viario". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

In Russia screditare l'esercito non si può, due anni e mezzo di carcere all'attivista Oleg Orlov

L'inquinamento da plastica degli oceani al centro del vertice del Wto

Russia: 9 anni fa a Mosca l'omicidio di Boris Nemtsov