Oipa sequestra a Modena un cane disabile rinchiuso in un recinto

Il proprietario è stato denunciato per maltrattamenti
Il proprietario è stato denunciato per maltrattamenti
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 29 NOV - Carlos, un molossoide disabile di otto anni costretto a vivere in un recinto senza uscire mai, tanto da non reggersi in piedi, è stato sequestrato a Modena dalle guardie zoofile dell'Oipa. Chi lo deteneva è stato denunciato per maltrattamenti di animali. "Abbiamo trovato Carlos in una condizione di sofferenza, chiuso in un piccolo recinto all'interno del quale era sistemato un box non coibentato senza un adeguato riparo", racconta la coordinatrice delle guardie zoofile Oipa di Modena e provincia, Sara Ferrarini. "Il recinto era pieno di deiezioni, la ciotola del cibo era vuota e quella dell'acqua era sporca con alghe sul fondo, indice di scarsa pulizia". Al momento dell'arrivo delle guardie, il cane era dolorante, con le zampe posteriori escoriate e senza pelo, così come il collo. "Ci è sembrato avesse anche problemi alla vista, forse neurologici, ma su questo si esprimeranno i veterinari che ora l'hanno in cura", ha aggiunto Ferrarini. L'animale non era sottoposto ad alcuna terapia, "anzi il proprietario alle nostre domande ha risposto che non aveva soldi da spendere e che il cane era ormai vecchio. Ha aggiunto che lo scorso anno era stato investito, ma che non era mai stato portato da un veterinario". Carlos è ora ospite del canile intercomunale di Modena e può essere affidato in via provvisoria. Terminato l'iter legislativo, potrà essere adottato in via definitiva. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco