Interessi 'ndrangheta all'estero, chiesto il giudizio per 25

Infiltrazioni anche in Ungheria, Inghilterra e Russia
Infiltrazioni anche in Ungheria, Inghilterra e Russia
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 22 NOV - La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio di 25 persone nell'ambito del procedimento denominato "Rinascita 3 - Assocompari" che verte sugli illeciti perpetrati all'interno del clan di 'ndrangheta Bonavota di Sant'Onofrio, nel Vibonese. Agli indagati vengono contestati, a vario titolo, i reati di associazione mafiosa, svariate ipotesi di trasferimento fraudolento di valori, truffa, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, ricettazione, violazione dei codici della navigazione. Figura centrale dell'indagine è quella di Giovanni Barone, di 54 anni, il quale, secondo l'accusa, "in diretto contatto con esponenti di spicco della cosca si occupava personalmente, rendendone conto all'organizzazione, del reimpiego e del riciclaggio di denaro nonché della acquisizione o infiltrazione di attività commerciali e società (preferibilmente in condizioni di difficoltà o dissesto economico-finanziario) in Italia settentrionale (Piemonte, Liguria e Lombardia) ed all'estero, in particolare in Ungheria, Inghilterra ed in Russia, utilizzate anche al fine di rilevare in tutto o in parte ulteriori società o di creare occasioni di lavoro (reali o fittizie) per esponenti del sodalizio e consentire loro di acquisire potere decisionale di fatto all'interno di tali realtà imprenditoriali e disporre di risorse economiche indebitamente sottratte dai fondi delle aziende infiltrate, ovvero frutto di truffe internazionali e fatte confluire nelle società controllate dall'organizzazione attraverso complesse operazioni di riciclaggio". Insieme a Barone sono considerati appartenenti alla 'ndrina di Sant'Onofrio anche Basilio Caparrotta, di 62 anni, Basilio Caparrotta (52) e Gerardo Caparrotta. Nell'inchiesta sono confluiti anche soggetti di origine bulgara per i quali i sostituti procuratori della Dda Annamaria Frustaci, Antonio De Bernardo e il procuratore facente funzioni Vincenzo Capomolla hanno deciso di procedere separatamente. Il gip Sara Merlini ha fissato l'udienza preliminare per il prossimo 14 dicembre. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: l'Unrwa cessa le attività nel nord della Striscia, rifiutato il piano di Netanyahu

Ucraina: Meloni e von der Leyen a Kiev per il G7, il primo sotto la presidenza dell'Italia

Nuove sanzioni a Mosca dopo la morte di Navalny: colpite aziende cinesi, indiane e turche