EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Blitz operai Gkn a basilica S.Maria Novella, tentato il Duomo

Espongono striscione nella chiesa. Respinti dalla cattedrale
Espongono striscione nella chiesa. Respinti dalla cattedrale
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 17 NOV - Circa 50 lavoratori della Gkn, staccatisi dalla manifestazione regionale di Cgil e Uil di Firenze, hanno fatto un blitz entrando e occupando la basilica di Santa Maria Novella e poi ne hanno tentato un altro per entrare nel Duomo di Firenze. A Santa Maria Novella sono riusciti a entrare ed hanno esposto brevemente uno striscione con la scritta "Insorgiamo" prima di essere mandati fuori dalle forze dell'ordine. Al Duomo il personale della cattedrale è riuscito a chiudere le porte e a non farli entrare. Questo episodio al Duomo, ricostruisce la polizia, è precedente di circa due ore e distinto dalla successiva iniziativa promossa dal sindacato SiCobas con manifestanti per la Palestina quando hanno bloccato l'accesso al portone che fa accedere alla cupola di Brunelleschi. "Oggi durante la manifestazione - ha scritto Alessandro Tapinassi, membro del Collettivo di fabbrica della Gkn, in un post - abbiamo scelto di fare una colorita e rispettosa passeggiata per Firenze. Ci sarebbe piaciuto rivedere il cardinale Betori, che dopo la passerella a suo tempo in Gkn non si era più fatto rivedere. Preoccupati per la sua salute, siamo andati a ricercare sue notizie. Pare stia bene e ben nutrito. Hallelujah!". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, nessun riferimento di Harris alla candidatura presidenziale, ma un elogio all'eredità "ineguagliabile" lasciata da Biden

Le notizie del giorno | 22 luglio - Serale

Striscia di Gaza: raid israeliano su Khan Younis dopo ordine di evacuazione, decine di morti