Incendiano cella e picchiano agenti, notte di violenza a Nisida

Quattro agenti del carcere minorile napoletano in ospedale
Quattro agenti del carcere minorile napoletano in ospedale
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 15 NOV - Prima hanno dato fuoco alla cella e poi hanno atteso l'arrivo degli agenti per aggredirli con calci e pugni: notte di follia nel carcere minorile partenopeo di Nisida dove quattro poliziotti della Penitenziaria sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari. Per tutti la prognosi è di 15 giorni. Uno degli agenti ha perso un dente, un altro ha diversi punti di sutura alla testa e altri due sono rimasti intossicati dal fumo. In una nota congiunta i sindacati Uspp, Uil P.P. e Sinappe tornano a evidenziare che "sono troppi i detenuti stranieri provenienti dal nord Italia che stanno mandando in tilt il sistema penale minorile campano dove il ripetersi di eventi critici sta minando anche la riabilitazione degli altri detenuti minorenni presenti". Per i tre sindacati è giunto il momento "di togliere i benefici di legge a coloro che si rendono protagonisti di aggressioni ai danno dei colleghi a cui va la nostra solidarietà". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, Hrw: Israele non sta rispettando la sentenza della Corte dell'Onu sugli aiuti umanitari

Le notizie del giorno | 27 febbraio - Mattino

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano