EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Meloni ai pm antimafia, disaccordo non è scontro di potere

'Prima l'Italia esportava la mafia, ora l'antimafia'
'Prima l'Italia esportava la mafia, ora l'antimafia'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 13 NOV - "Quando anche non fossimo d'accordo questo non diventi uno scontro tra poteri perché non è così, non vuol dire che non lavoriamo per lo stesso risultato se anche abbiamo punti di vista diversi". Lo ha detto la premier Giorgia Meloni durante la visita istituzionale alla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo. "Non siamo utili se non ci diciamo quello che pensiamo", ha spiegato davanti ai procuratori antimafia, e "lavoriamo per lo stesso datore di lavoro e contro lo stesso avversario". "Oggi l'Italia - ha proseguito la Meloni - è una realtà presa a punto di riferimento internazionale, tanti anni fa eravamo conosciuti perché esportavamo la mafia oggi perché esportiamo l'antimafia. Abbiamo un nemico estremamente mutevole questo richiede una continua messa in discussione e continuare a parlarci", ha aggiunto, sottolineando che "la lotta alla mafia è al terrorismo sono capisaldi di questo governo". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Razionamento dell'acqua in Romania per migliaia di persone a causa della siccità

Francia, comprare sesso resta un reato: lo decide la Corte europea dei diritti dell'uomo

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo