++ Gioielliere ucciso, a suo figlio 50mila euro dopo 20 anni ++

I suoi legali ricorreranno in appello e in Ue, 'cifra irrisoria'
I suoi legali ricorreranno in appello e in Ue, 'cifra irrisoria'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 12 NOV - Oltre 20 anni fa, il 21 marzo 2013, suo padre, il gioiellerie Giovanni Veronesi, fu ucciso nel corso di una rapina nella centralissima via dell'Orso a Milano, colpito 42 volte con un cacciavite. Ora suo figlio, in assenza di risarcimento del'imputato, Ivan Gallo, condannato all'ergastolo e poi a 30 anni, ha ottenuto, dal giudice civile di Roma, che lo Stato italiano, in particolare la Presidenza del Consiglio, liquidi 50mila euro come indennizzo alle vittime di reati violenti. Un cifra ritenuta "irrisoria" dai legali che lo assistono, Claudio Deflippi e Gianna Sammicheli, i quali ricorreranno in appello e alla Corti europee. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, Hrw: Israele non sta rispettando la sentenza della Corte dell'Onu sugli aiuti umanitari

Le notizie del giorno | 27 febbraio - Mattino

Migranti: anniversario strage di Cutro, i parenti delle vittime denunceranno il governo italiano