Tra gli 'angeli del fango' a Campi Bisenzio anche 20 migranti

Sono ospiti del Centro accoglienza Caritas a Sesto Fiorentino
Sono ospiti del Centro accoglienza Caritas a Sesto Fiorentino
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 07 NOV - Tra gli 'angeli del fango' che in questi giorni stanno portando aiuto alle popolazioni alluvionate di Campi Bisenzio (Firenze) ci sono anche 20 ospiti del Centro d'accoglienza atraordinaria Risorgimento di Sesto Fiorentino, gestito dalla Fondazione Solidarietà Caritas di Firenze. Sono giovani con meno di 30 anni provenienti da Bangladesh, Egitto, Gambia, Sudan Costa d'Avorio, Camerun, richiedenti asilo, arrivati nella struttura fiorentina da meno di sei mesi. Appena è stata proposta la possibilità di intervenire come volontari, si sono fatti avanti: da sabato mattina sono impegnati a fianco degli altri 'angeli' per dare una mano ai cittadini campigiani, a pulire le strade, le case, gli edifici, i giardini dalla melma. Ogni giorno raggiungono Campi Bisenzio, dove con pale, stivali, guanti e tanta voglia di aiutare gli altri, si mettono all'opera per fare in modo che i cittadini possano tornare al più presto alla loro vita quotidiana e nelle loro abitazioni. Sabato sono andati tornati a piedi, poi è stato organizzato il trasporto con un pullmino. Al Centro hanno organizzato dei turni per fare volontariato nelle zone alluvionate e ogni giorno non rimane un posto libero. "Siamo commossi dallo spirito di generosità che gli ospiti del Cas di Sesto Fiorentino hanno dimostrato nei confronti dei cittadini della Piana colpiti dall'alluvione" commenta il presidente di Fondazione Solidarietà Caritas Vincenzo Lucchetti. "E' un bellissimo esempio di solidarietà e altruismo reciproco, un modo per gli ospiti del centro di rendersi utili, di entrare in contatto con la società, di fare conoscenze, un passo nel loro percorso di accoglienza e integrazione". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco