Processo Grillo jr, 'ero paralizzata non riuscivo a muovermi'

Passaggio drammatico del racconto della principale accusatrice
Passaggio drammatico del racconto della principale accusatrice
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TEMPIO PAUSANIA, 07 NOV - "Ero paralizzata, volevo urlare ma non riuscivo a muovermi". Questo - a quanto si è appreso - è uno dei passaggi più drammatici del racconto della ragazza italo-norvegese, principale accusatrice dei quattro imputati di violenza sessuale di gruppo, Ciro Grillo, Edoardo Capitta, Vittorio Lauria e Francesco Corsiglia, durante l'udienza a porte chiuse che si sta svolgendo nel tribunale di Tempio Pausania. Una deposizione fiume per la giovane, 19enne all'epoca dei fatti, che sta rispondendo alle domande del procuratore Gregorio Capasso, dopo un crollo emotivo che aveva determinato una breve sospesione dell'udienza. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera, referendum pensioni: sì ad aumento, no all'età a 66 anni

Russia, sei membri dell'Isis uccisi dall'antiterrorismo in Inguscezia

Portogallo: oltre 200mila elettori alle urne per il voto anticipato