Salvo bimbo 5 mesi con trapianto di cuore anche se incompatibile

Usata per la prima volta in pediatria una nuova macchina Ecmo
Usata per la prima volta in pediatria una nuova macchina Ecmo
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 06 NOV - Un bimbo di Torino, di 5 mesi di età, è stato salvato grazie a un trapianto di un cuore proveniente dalla Germania, nonostante fosse incompatibile. È stata usata infatti per la prima volta al mondo in un paziente pediatrico, una rivoluzionaria macchina per l'Extra-Corporeal Membrane Oxygenation (Ecmo), l'EcmoLife. Il piccolo, nato con una grave cardiopatia congenita, un cuore univentricolare, era portatore anche di una anomalia genetica che non consentiva all'unico ventricolo di funzionare correttamente. L'équipe della cardiochirurgia pediatrica e delle cardiopatie congenite, diretta da Carlo Pace Napoleone, dell'ospedale Regina Margherita della Città della salute di Torino ha tentato con due interventi di stabilizzare la situazione, che però alla fine è precipitata ugualmente. A questo punto è stata utilizzata una nuova macchina per l'Ecmo, l'EcmoLife, che ha consentito di fare sopravvivere il piccolo fino all'arrivo di un cuore idoneo. Dopo otto giorni di assistenza extra-corporea, il piccolo paziente è stato sottoposto al trapianto di cuore con un organo proveniente dalla Germania, accettato, vista l'emergenza, nonostante fosse di un gruppo sanguigno incompatibile. L'intervento è durato circa otto ore ed è tecnicamente riuscito. Il bimbo è tuttora degente nella terapia intensiva cardiochirurgica, afferente alla rianimazione pediatrica, diretta da Simona Quaglia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco