EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sindaco di Palermo accoglie tycoon nipponico Kaoru Nakajima

L'incontro a Villa Niscemi, sede di rappresentanza del Comune
L'incontro a Villa Niscemi, sede di rappresentanza del Comune
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 04 NOV - Il sindaco di Palermo Roberto Lagalla ha accolto, nel parco di Villa Niscemi, il tycoon giapponese Kaoru Nakajima. La sede di rappresentanza del Comune è stata aperta stamane al ricchissimo imprenditore che ha scelto di festeggiare nel capoluogo siciliano il suo settantatreesino compleanno. Nella villa settecentesca che fu residenza estiva della famiglia Valguarnera di Niscemi, acquisita dal Comune nel 1987, Nakajima ha potuto ammirare le sale al primo piano e, dalle terrazze, il parco della Favorita, a pochi passi dalla Casina Cinese. "Sono contento di aver ricevuto, in questa visita privata, Nakajima e ho ascoltato dalle sue parole l'apprezzamento per la città di Palermo - dice il sindaco - il magnate giapponese, per la prima volta in città, è rimasto estasiato dal teatro Massimo". Per il sindaco la presenza dell'imprenditore "va a vantaggio dell'economia della città e della sua potenziale attrattività. Questo evento ha portato a Palermo 1.500 persone in grado di distribuire ricchezza alle istituzioni e agli enti territoriali che hanno offerto spazi e ai commercianti. Siamo interessati a tutte le ipotesi che possano migliorare la nostra credibilità internazionale". A Villa Niscemi Kaoru Nakajima si è fermato per il pranzo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale

Parigi 2024, la sindaca Hidalgo nuota nella Senna alla vigilia delle Olimpiadi

Berlino: una mostra per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo