EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Casellati, ragioni della pace prevalgano sui motivi della guerra

A Redipuglia per il 4 novembre anche la partigiana Paola Del Din
A Redipuglia per il 4 novembre anche la partigiana Paola Del Din
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - REDIPUGLIA, 04 NOV - "Il giorno dell'Unità nazionale e delle forze armate, quest'anno più che mai, ci ricorda che dobbiamo guardare al futuro consapevoli dei rischi a cui siamo sottoposti e che la stabilità è una conquista che richiede ogni giorno cura e perseveranza. Siamo tutti chiamati a contribuire allo sforzo affinché le ragioni della pace prevalgano sui motivi della guerra". Lo ha affermato la ministra per le Riforme istituzionali e semplificazione normativa, Maria Elisabetta Casellati, intervenendo nel corso della cerimonia a Sacrario militare di Redipuglia (Gorizia). "Nel ricordo dei caduti e delle vittime delle guerre, abbiamo ripudiato la logica della sopraffazione e della violenza - ha aggiunto - riportando il diritto e la cooperazione tra i popoli al centro dei nostri ordinamenti e della nostra comunità". "La recrudescenza delle tensioni in Medio Oriente e le potenziali minacce per la pace sullo scacchiere globale stanno mettendo in ulteriore difficoltà l'Occidente, già duramente provato, anche sul piano economico e finanziario, dal lungo conflitto russo-ucraino", ha sottolineato la ministra. "Le democrazie sono chiamate, dunque, a un nuovo, comune e faticoso impegno sul fronte della diplomazia e della salvaguardia dei diritti umani, della stabilità e degli interessi strategici. La rotta da perseguire - ha concluso - è quella indicata dalla nostra Costituzione, che ha posto a fondamento del nostro Stato di diritto la libertà, la giustizia e il rispetto per il prossimo: valori non negoziabili e che non dobbiamo mai dare per scontati". Alla cerimonia ha partecipato, tra gli altri, anche la partigiana Paola Del Din, 100 anni, che ha dato lettura della motivazione della medaglia d'oro al valor militare conferita al Milite ignoto. Al termine, il presidente della Camera Lorenzo Fontana e la ministra Casellati hanno lasciato Redipuglia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste in Bangladesh: studenti in piazza contro il governo, aumentano i morti negli scontri

Brasile, fiume pieno di pesci morti a San Paolo: colpa degli scarichi industriali

Deputata romena con la museruola cacciata dal Parlamento Ue prima di voto per von der Leyen