EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Rating reputazionale, Cassazione annulla decisione Garante

Accolto ricorso Mevaluate. Indicati criteri per libero consenso
Accolto ricorso Mevaluate. Indicati criteri per libero consenso
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 27 OTT - La prima sezione civile della Corte di Cassazione, con ordinanza n. 28358/2023, dopo sette anni di contenzioso, ha accolto il ricorso dell'Associazione Mevaluate, annullando il provvedimento inibitorio 488 del 24 novembre 2016 del Garante della privacy in materia di rating reputazionale, attività di quantificazione del valore della reputazione di individui, persone giuridiche ed enti. Lo ha reso noto la stessa Mevaluate. Il Garante aveva ritenuto inidoneo e illegittimo il mero consenso individuale allo svolgimento delle attività informatiche finalizzate alla definizione del rating reputazionale, attraverso una procedura che avrebbe di fatto comportato una lesione della dignità personale degli utenti. La Cassazione - ha riferito Mevaluate - è stata di diverso avviso, e, con una lunga motivazione, ha spiegato quali debbano essere i criteri alla stregua dei quali va valutata la trasparenza e conoscibilità dell'algoritmo che determina il rating reputazionale affinché il consenso ad esso fornito dagli utenti possa ritenersi libero. Che il procedimento - ha osservato la Cassazione - "sia altresì idoneo ad essere tradotto in linguaggio matematico è tanto necessario e certo, quanto irrilevante: ed invero, non è richiesto né che tale linguaggio matematico sia osteso agli utenti, né, tanto meno, che essi lo comprendano". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi di Parigi 2024, città blindata e controlli a tappeto: in mille interdetti dall'evento

Polonia, manifestanti in piazza a Varsavia in difesa del diritto all'aborto

Guerra in Ucraina: Kiev mette pressione in Crimea, Mosca attacca le infrastrutture