EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Studentessa suicida:autopsia,non emergono segni di colluttazione

A Lecce, agenti penitenriari sparano in aria per intimidirlo
A Lecce, agenti penitenriari sparano in aria per intimidirlo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LECCE, 26 OTT - La morte è avvenuta per asfissia da impiccagione, e sul corpo non sono emersi segni di colluttazione e ferite, al di fuori dei segni del laccio stretto intorno al collo. Sono questi due degli elementi emersi dall'autopsia che si è conclusa poco fa sul corpo della studentessa 21enne francese trovata impiccata domenica sera nell'appartamento in cui viveva a Lecce. L'autopsia è stata eseguita dal medico legale Alberto Tortorella e da una genetista forense. Non erano presenti durante l'esame consulenti nominati dall'indagato, il 19enne del Brindisino, accusato di violenza sessuale e istigazione al suicidio. La studentessa il 19 ottobre scorso, quattro giorni prima del suicidio si era recata al pronto soccorso raccontando di aver subito abusi sessuali. A breve i genitori della studentessa sono attesi presso la Camera mortuaria del Fazzi di Lecce per il riconoscimento. In precedenza, a quanto si appende, sono stati ascoltati in Questura. Intanto su iniziativa di un gruppo di studenti e studentesse, l'Università del Salento ha organizzato una messa di commiato per la studentessa che sarà celebrata alle ore 19 nel Duomo di Lecce. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cipro, cinquant' anni dopo l'invasione turca del 1974 che portò alla spartizione del Paese

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale

Parigi 2024, la sindaca Hidalgo nuota nella Senna alla vigilia delle Olimpiadi