EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Oltre 50 associazioni il 27 ottobre in piazza a Roma per la pace

Marcia silenziosa all'Esquilino. Anche M5s, attesi Pd e Verdi.
Marcia silenziosa all'Esquilino. Anche M5s, attesi Pd e Verdi.
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 25 OTT - "Siamo qui non solo come Amnesty e come Aoi ma portiamo le firme di oltre 50 organizzazioni del terzo settore. Siamo qui per chiedere a tutti di essere con noi in piazza dell'Esquilino a Roma il 27 ottobre alle 18:30 per una manifestazione silenziosa. Vogliamo essere vicini alle vittime e dimostrare rispetto per la vita umana come non abbiamo visto fare da nessuna delle parti coinvolte". Lo ha detto Tina Marinari, responsabile ufficio campagne di Amnesty International Italia durante la conferenza "Emergenza Gaza: proteggere la popolazione civile, stop alla violenza" organizzata da Amnesty e l'Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale. Ad aderire anche Rete Pace e Disarmo. che ha sottoscritto il documento promosso da Amnesty e Aoi "per rimettere al centro della discussione l'importanza del diritto internazionale e la necessità di alzare la voce per difendere la dignità e i dirttiumani di tutti le persone coinvolte nel conflitto". "Alla marcia silenziosa e senza bandiere" il Movimento 5 stelle ha già reso pubblico il suo sostegno alla manifestazione e Silvia Stilli, presidente di Aoi, ritiene "probabile la partecipazione anche di qualcuno del Pd e dei Verdi". Dal tavolo della conferenza è arrivato l'appello anche di Luisa Morgantini, presidente di Assopace Palestina: "Dobbiamo chiedere perdono come comunità internazionale per quello che sta scccedendo a Gaza. Chiediamo il cessate il fuoco subito, ma basta tregue che hanno portato solo altra distruzione e morte. Gaza e la Cisgiordania devono essere lasciate libere dall'occupazione militare". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

EuroGames al via a Vienna: spazio sicuro per gli atleti Lgbtq+

Cipro, cinquant' anni dopo l'invasione turca del 1974 che portò alla spartizione del Paese

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale