EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Gasparri, l'uso politico della giustizia va fermato

Le uscite dell'Anm contro il governo sono ormai un cinepanettone
Le uscite dell'Anm contro il governo sono ormai un cinepanettone
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Se non fosse diventata una farsa, quella delle prese di posizione dell'Associazione Nazionale Magistrati rappresenterebbe un vero e proprio allarme all'interno del sistema delle Istituzioni democratiche. Purtroppo invece il loro parlare continuamente contro il governo, contro la politica, di fatto contro la democrazia è diventato una specie di 'cinepanettone'". A dichiararlo in una nota è il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (FI). "Il fatto - aggiunge - è che queste persone dispongono della libertà e della reputazione dei cittadini italiani, che sono ostaggio di gruppi di persone che fanno uso politico della giustizia. Un'antica questione. Che dovrà essere affrontata con una riforma ampia e coraggiosa che garantisca la legalità repubblicana e ponga fine allo spettacolo continuo di manifestazioni politiche interpretate da persone che dovrebbero essere al di sopra delle parti e garanzia di terzietà". "Si offendono se vengono criticati. Ma rivendicano il diritto di fare i militanti di parte in piazza e poi di dover giudicare, come se fossero superpartes, i cittadini. De hoc satis. Non se ne può più. Siccome la tragedia è diventata farsa - conclude - bisogna fermarla usando gli strumenti della democrazia parlamentare per affermare i principi fondamentali della nostra Costituzione". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Balcani: il lago di Prespa è allo stremo, appello delle ong alle istituzioni

Le notizie del giorno | 16 luglio - Serale

Cina e Russia iniziano un'esercitazione congiunta nell'Oceano Pacifico