EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Messner, 'non Jurgalski, il Guinness ha fatto marcia indietro'

'Si tratta di una non-polemica, il mondo ha ben altri problemi'
'Si tratta di una non-polemica, il mondo ha ben altri problemi'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLZANO, 13 OTT - "Non è stato Jurgalski, ma il Guinness dei primati a fare marcia indietro, pretendendo da lui di assumersi la responsabilità per l'intera vicenda. Infatti, non aveva nessuna prova per le sue accuse". Lo dice all'ANSA Reinhold Messner, che ora risulta nuovamente re degli ottomila. "Si tratta di una non-polemica, il mondo attualmente ha ben altri problemi", aggiunge il 79enne. Reinhold Messner e l'americano Edi Viesturs, che per pochi giorni risultava come re degli ottomila, domani interverranno assieme al Festival dello Sport a Trento. "Jurgalski - prosegue - ha dimostrato una volta in più di non sapere nulla di alta montagna" (prevedendo ora una 'zona di tolleranza' in prossimità delle vette, ndr.). "Non mi interessa minimamente la sua opinione. Chi supera una parete di 4000 metri di roccia e ghiaccio, come io e Hans Kammerlander sull'Annapurna, non si ferma cinque metri sotto la vetta perché gli fa comodo, è ridicolo". "L'alpinismo è cultura e incontro tra uomo e montagna, di certo l'alpinismo non è sport e non lo è rincorrere dei record. Non ho mai chiesto di essere inserito nel Guinness dei primati e non lo faccio neanche ora", prosegue l'altoatesino. "Non querelo quell'uomo perché è una nullità e farei solo guadagnare gli avvocati. "Da 30 anni si vuole vendicare perché una volta non gli diedi attenzione, quando mi volle illustrare le sue idee", racconta il 79enne. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Blocco informatico: Microsoft stima 8,5 milioni di computer colpiti dal guasto di Crowdstrike

Alta tensione tra Israele e Houthi: morti e feriti a Hodeida, abbattuto un missile dallo Yemen

Yemen: attacco di Israele contro Hodeida, morti e feriti nella città controllata dagli Houthi