EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Maxi sequestro in Calabria, trovate 3 tonnellate di cannabis

Operazione carabinieri in zona industriale porto di Gioia Tauro
Operazione carabinieri in zona industriale porto di Gioia Tauro
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SAN FERDINANDO, 13 OTT - Maxi sequestro di droga in Calabria. I carabinieri hanno trovato e sequestrato, a San Ferdinando, 3 tonnellate di cannabis nella zona industriale del porto di Gioia Tauro. I militari del Gruppo di Gioia Tauro, nel corso di servizi contro la produzione e smercio di sostanze stupefacente, hanno perquisito un capannone apparentemente dismesso nella zona industriale di San Ferdinando, trovando oltre 300 sacchi in plastica dal peso di circa 10 chili ciascuno contenenti cannabis. L'immobile - che è stato sequestrato - è stato utilizzato per il trattamento delle piante di canapa mediante un articolato sistema di conservazione ed essicazione effettuato tramite l'utilizzo di luci artificiali, ventilatori di grosse dimensioni e reti in nylon grazie alle quali le piante venivano appese prima della lavorazione. Le verifiche chimiche di laboratorio hanno evidenziato che la sostanza sequestrata, pur essendo riconducibile a tipologie di piante per le quali è consentita la coltivazione, è risultata avere un valore di tetraidrocannabinolo superiore al massimo consentito dalla legge per la commercializzazione legale della cannabis e dunque, su disposizione della Procura della Repubblica di Palmi, è stata confiscata per la successiva distruzione. La sostanza, una volta suddivida in dosi - se ne sarebbero potute ricavare circa 600 mila - e immessa sul mercato illegale della droga avrebbe fruttato circa 3 milioni di euro. Le indagini dei carabinieri proseguono per cercare di individuare la provenienza della sostanza. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentato a Donald Trump, le teorie cospirative e le fake news da milioni di visualizzazioni

La Nato inaugura il centro di comando per il supporto all'Ucraina in Germania

No alla Nato e all'Unione Europea: viaggio tra i serbi di Bosnia-Erzegovina