EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Nuovo ritardo per il tram di Opicina a causa del rincalzo binari

'Ansfisa non ha concesso il nulla osta'
'Ansfisa non ha concesso il nulla osta'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 12 OTT - Se di fatto i lavori sulla linea del tram di Opicina - fermo dal 16 agosto 2016 per un incidente - sono conclusi, il servizio non riprenderà per mancanza del nulla osta dell'ente di sorveglianza Ansfisa (ex Ustif), a pochi giorni dalla prossima (e annuale) seduta della Commissione trasparenza sul tram di Opicina. Un appuntamento questo che consente ai consiglieri di fare il punto sui lavori. Lo rende noto il quotidiano Il Piccolo oggi in edicola ricordando che il sindaco Roberto Dipiazza ha di recente affermato che "i lavori sono finiti da mesi" dopo l'intervento di una enorme rincalzatrice lunga 14 metri e pesante 40 tonnellate, che avrebbe dovuto sistemare definitivamente i binari del tram. Tuttavia, secondo Il Piccolo, nel corso dell'ultimo sopralluogo, gli ispettori della Ansfisa avrebbero rilevato alcuni elementi per i quali occorrerebbero ulteriori interventi, come banchine, gradini, pensiline, semafori e, soprattutto, il rincalzo (la distanza tra loro) dei binari. Un intervento in tal senso sarebbe previsto per la prossima settimana e dovrebbe far rientrare i binari nella norma in pochi giorni. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, al volante di un'auto investe e ferisce quattro militari dell'Idf

Chi era Thomas Matthew Crooks: l'uomo che ha sparato a Donald Trump

Parigi, la torcia olimpica illumina la parata militare del 14 luglio