EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Rimprovera tredicenne, preso a pugni anche da parenti ragazzo

Mandibola fratturata. Sindaco Belmonte Mezzagno,'episodio grave'
Mandibola fratturata. Sindaco Belmonte Mezzagno,'episodio grave'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BELMONTE MEZZAGNO, 10 OTT - Un tredicenne ha preso di mira un uomo di 75 anni lanciandogli contro piccoli oggetti raccattati per terra, mentre l'uomo se ne stava seduto su una panchina a Belmonte Mezzagno, nel Palermitano. L'anziano ha rimproverato il ragazzino, che ha reagito colpendolo con un pugno in faccia. Poco dopo sarebbero arrivati i familiari del ragazzo che hanno continuato a picchiare l'uomo, finito a terra, con calci e pugni, provocandogli la frattura della mandibola e un trauma cranico. La vittima è stata portata in ospedale e anche la figlia dell'uomo, intervenuta in soccorso del genitore, ha riportato contusioni. Sull'accaduto indagano i carabinieri. "Al momento non posso dire nulla - dice il sindaco Maurizio Milone - perché ci sono indagini in corso. Il caso purtroppo è grave, molto serio, e ho fatto tutti i passi istituzionali necessari che il mio ruolo impone. Sono accorso quando mi hanno riferito dell'aggressione. Quanto ho visto mi ha addolorato e allarmato. Ho sollecitato il vicesindaco a chiamare i carabinieri della stazione di Belmonte Mezzagno, perché nessuno l'aveva fatto fino a quel momento. Episodi del genere non sono accettabili. Nessuna tolleranza". La famiglia della vittima ha presentato denuncia ai carabinieri. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, la Knesset approva una risoluzione che respinge l'istituzione di uno Stato palestinese

Le notizie del giorno | 18 luglio - Serale

Venezuela, attentato contro María Corina Machado, leader dell'opposizione e principale rivale di Maduro