EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Migranti, sopralluogo al Cpr di Macomer prima dell'ampliamento

Raddoppio posti, visita prefetto sindaco e forze dell'ordine
Raddoppio posti, visita prefetto sindaco e forze dell'ordine
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MACOMER, 05 OTT - Sopralluogo questa mattina al Centro di permanenza per i rimpatri (Cpr) di Macomer (Nuoro), dove è imminente l'inizio dei lavori per l'ampliamento della struttura che porterà al raddoppio dei posti da 50 a 100, in base alle nuove direttive del governo Meloni, come anticipato dall'ANSA nelle settimane scorse. Nella cittadina del Marghine sono arrivati il prefetto di Nuoro Giancarlo Dionisi e i vertici delle forze dell'ordine: il questore di Nuoro Alfonso Polverini, i comandanti dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Nuoro, Elvio Savino Labagnara e Alessandro Ferri, tutti accolti dal sindaco di Macomer Riccardo Uda. I lavori, che dovranno rendere operativo anche il secondo braccio dell'ex carcere trasformando le celle in stanze da due o tre posti, verranno eseguiti da una ditta romana vincitrice della gara d'appalto bandita dal ministero dell'Interno e gestita da Invitalia. Il raddoppio del Cpr di Macomer era già previsto dall'accordo di programma firmato il 27 febbraio 2018 dal ministero dell'Interno, la Regione e il comune di Macomer. Oggi, con l'emergenza migranti, quell'intesa è stata tirata fuori dal cassetto per distribuire gli arrivi nei diversi territori. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siccità e desertificazione: la Sicilia deve fare i conti con il cambiamento climatico

Russia: 16 anni di carcere per spionaggio al giornalista statunitense del Wsj Evan Gershkovich

Le notizie del giorno | 19 luglio - Pomeridiane