EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cremonini inaugura un campo sportivo in una scuola di Palermo

Con il progetto Io Vorrei sostenuto da Intesa Sanpaolo Assicura
Con il progetto Io Vorrei sostenuto da Intesa Sanpaolo Assicura
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 02 OTT - Un nuovo campo sportivo polifunzionale con il progetto "Io Vorrei", voluto dal cantautore Cesare Cremonini e sostenuto da Intesa Sanpaolo Assicura, nell'ambito della collaborazione che il Gruppo Intesa Sanpaolo ha sviluppato sin dal lancio del suo disco "La ragazza del futuro" uscito l'anno scorso. La nuova struttura è stata inaugurata, in mattinata, nell'istituto scolastico ICS Sperone-Pertini di Palermo, presenti il cantautore bolognese, Mauro Palonta di Intesa Sanpaolo Assicura e la preside Antonella di Bartolo, con il coinvolgimento degli studenti, in una zona periferica della città dove scuola è un punto di riferimento per il territorio. "Io Vorrei" è un progetto ideato da Cremonini, in collaborazione con Giulio Rosk e Intesa Sanpaolo Assicura, "con l'obiettivo - dice una nota di Intesa Sanpaolo - di promuovere la ricerca della bellezza come valore e realizzare opere di riqualificazione urbana, un gesto concreto per creare opportunità, riaccendere la speranza e raccontare la storia del nostro domani attraverso periferie simbolo". L'iniziativa - nata nei quartieri Sperone a Palermo, Ponticelli a Napoli e sui muri di Ostia (Roma) - attraverso la realizzazione di opere d'arte permanenti che raffigurano il volto dei bambini del posto, i cui occhi rappresentano lo sguardo sul futuro, prosegue ora attraverso la realizzazione di campi sportivi polifunzionali. I nuovi spazi sportivi polifunzionali realizzati quest'anno nelle stesse scuole, unitamente a progetti di inclusione educativa, rappresentano un ulteriore intervento concreto di riqualificazione delle aree urbane, a supporto degli istituti e dei ragazzi, nato dall'ascolto delle loro esigenze e dei loro obiettivi per poter vivere la scuola ancora di più come un luogo di aggregazione e di inclusione. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cipro, cinquant' anni dopo l'invasione turca del 1974 che portò alla spartizione del Paese

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale

Parigi 2024, la sindaca Hidalgo nuota nella Senna alla vigilia delle Olimpiadi