Omicidio in azienda, 24 anni all'imputato reo confesso

Il delitto nel 2022 nel Cremonese, resta incertezza sul movente
Il delitto nel 2022 nel Cremonese, resta incertezza sul movente
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CREMONA, 26 SET - I giudici della Corte d'Assise di Cremona, accogliendo la richiesta del pm Francesco Messina, hanno condannato a 24 anni per omicidio volontario e per detenzione e porto illegale di arma Domenico Gottardelli, il 79enne idraulico di Covo, in provincia di Bergamo, che il 14 settembre 2022 uccise con una fucilata l'amico Fausto Gozzini, 61 anni, nell'ufficio della sua azienda di Casale Cremasco, in provincia di Cremona. Rigettata l'istanza con cui la difesa, vista età e stato di salute di Gottardelli, aveva chiesto la detenzione in una Rsa: il 79enne, reo confesso, giudicato capace di intendere e volere, resta in cella e sconterà la pena in carcere. Resta la tortale incertezza sul movente. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere