Camorra: condanne per oltre 160 anni ai clan di Napoli Ovest

Accusata di lesioni aggravate. Avvocato, condanna ingiustificata
Accusata di lesioni aggravate. Avvocato, condanna ingiustificata
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 26 SET - Si è concluso con condanne per oltre 160 anni (161 anni e 3 mesi) di carcere il processo al clan camorristico Esposito-Marsicano-Calone, attivo nel quartiere Pianura, nella zona occidentale di Napoli. La sentenza è stata emessa oggi dal tribunale di Napoli (16esima gup) al termine di un procedimento giudiziario celebrato con il rito abbreviato. Giuseppe Bellamacina, Antonio e Salvatore Calore (elementi di spicco del clan) e Antonio Frongillo sono stati assolti da alcuni capi d'accusa. A Carlo Esposito (difeso dagli avvocati Raffaele Chiummariello e Luca Mottola) sono stati comminati 15 anni di carcere (per lui la Procura aveva chiesto 22 anni). Antonio e Salvatore Calone sono stati condannati, rispettivamente, a 14 e 8 anni di carcere. Sedici anni invece sono stati comminati a Ciro Marsicano. Comminate anche multe per oltre 43mila euro a sette imputati. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: il candidato anti guerra Nadezhdin bocciato anche dalla Corte Suprema

Le notizie del giorno | 22 febbraio - Pomeridiane

Migranti, l'Albania approva l'accordo sui Cpr dell'Italia