Città di Castello nella campagna europea sul cyberbullismo

Progetto promosso dalla Fondazione Centro studi Villa Montesca
Progetto promosso dalla Fondazione Centro studi Villa Montesca
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTA DI CASTELLO (PERUGIA), 22 SET - "Prima di postare pensa" è lo slogan di una innovativa campagna europea di sensibilizzazione al cyberbullismo rivolta agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado che prevede il coinvolgimento di sei Paesi europei, Olanda, Bulgaria, Portogallo, Polonia, Romania e, per l'Italia, la Fondazione Hallgarten-Franchetti Centro studi Villa Montesca di Città di Castello, assieme all'Arma dei carabinieri e con il sostegno del Comune. Testimonial del progetto, le giovanissime pallavoliste dell'Under12 femminile di Città di Castello, neo-vincitrici del campionato regionale 2022/2023 che ad ogni gara indosseranno magliette con scritte e messaggi diretti e distribuiranno opuscoli nei palazzetti e scuole. Una iniziativa - spiega il Comune umbro - realizzata nell'ambito del progetto europeo "Tabasco - A Targeted Anti-Bully Approach in Schools by Campaigning and Organising" finanziato dall'Agenzia nazionale olandese nel Programma Erasmus Plus. La campagna prenderà il via nell'anno scolastico in corso e riguarderà le scuole del territorio tifernate attraverso la distribuzione di volantini, copertura digitale social con post dedicati, incontri informativi e consulenza didattica e pedagogica. Il progetto è stato presentato in Comune alla presenza degli assessori ai Servizi educativi, Letizia Guerri e allo Sport, Riccardo Carletti, dei rappresentanti della Fondazione Hallgarten-Franchetti Centro studi Villa Montesca e del comandante della compagnia carabinieri di Città di Castello, Giovanni Palermo: schierate in sala consiliare anche le giovanissime pallavoliste con le magliette anti-bullismo indossate assieme al loro allenatore, Nicola Lalleroni ed il vicepresidente, Valerio Mancini. "La Fondazione Villa Montesca è in prima linea ormai da anni con azioni informative e di sensibilizzazione al fenomeno del bullismo e della sua versione on-line. È importante mantenere viva l'attenzione di tutti, studenti, genitori, insegnanti, educatori per conoscere il fenomeno, poterlo prevenire e rispondere in modo adeguato", ha affermato Maria Rita Bracchini, capo unità progetti europei della Fondazione Villa Montesca e vicepresidente della Rete europea antibullismo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, le Nazioni Unite: indizi di violenze sessuali durante l'attacco del 7 ottobre e sugli ostaggi

Le bande armate attaccano l'aeroporto di Haiti, quasi cinquemila detenuti liberi a Port-au-Prince

Guerra in Ucraina: Kiev affonda nave di Mosca, 44 attacchi russi a Sumy e due morti nel Donetsk