EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Detenuto evade da ospedale, in coma agente che lo insegue

Attività studi raddoppiata, "il picco quando riapriranno scuole"
Attività studi raddoppiata, "il picco quando riapriranno scuole"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Un detenuto è evaso nelle prime ore di stamani lanciandosi da una finestra ,al secondo piano ,dell'ospedale San Paolo di Milano e un poliziotto che si è buttato dietro di lui nel tentativo di fermarlo è in coma ed è ora sottoposto a un intervento chirugico. Lo riferisce Aldo Di Gicaomo segretario del sindacato Spp. A quanto rende noto di Giacomo, Mordjane Nazim, detenuto di origine palestinese, di 38 anni, in carcere per concorso in rapina, era arrivato ieri sera nella struttura sanitaria dopo essere rimasto ferito in una lite con alcuni compagni di detenzione. Il poliziotto che ha cercato di fermarlo, nel lanciarsi dalla finestra, ha battuto la testa e lo stanno operando al San Raffaele. Secondo il sindacalista sono in aumento in tutta Italia i tentativi di evasioni dagli ospedali : "nell'ultimo mese in tutta Italia sono stati quattro, tutti sventati". Non solo : "c'è un fuggi fuggi dei medici penitenziari" perchè sarebbero oggetto sempre più di minacce da parte dei detenuti proprio per ottenere un ricovero. "La situazione è gravissima, il carcere è abbandonato dal governo e dal Dap" dice Di Giacomo (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cina media un accordo interno tra fazioni palestinesi per la gestione postbellica di Gaza

Donetsk, massicci bombardamenti russi: a Kostiantynivka una vittima e cinque feriti

Le notizie del giorno | 23 luglio - Pomeridiane