Migranti: a Lampedusa fiaccolata per la neonata morta

Parroco: 'Questo popolo merita di essere aiutato'
Parroco: 'Questo popolo merita di essere aiutato'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LAMPEDUSA, 14 SET - "Questo popolo è stato caricato da una pesante croce. L'ha portata spesso con sofferenza, con stanchezza, ma non si è mai arreso e merita di essere aiutato a portarla". Lo ha detto don Carmelo Rizzo, parroco di Lampedusa, a margine della fiaccolata che s'è snodata dalla chiesa di San Gerlando fino alla piazza che si affaccia al porticciolo della Madonnina prima e su molo Favarolo dopo. "Oggi siamo qui per pregare nella tristezza e nel lutto - ha sottolineato don Carmelo visto che la fiaccolata è stata organizzata dopo la morte di una neonata di 5 mesi che viaggiava con la mamma sul barchino che s'è ribaltato -. Riporto le parole del papa, pronunciate qui, dieci anni fa: che non si ripeta mai più. La globalizzazione dell'indifferenza ha preso il sopravvento ormai, l'uomo non viene calcolato per la sua dignità". La croce durante il percorso è stata portata dal prete e dal sindaco, Filippo Mannino: "L'ennesima morte che riceve questa terra a cui non vuole abituarsi. Lampedusa, in questi anni, ha dato lezioni di umanità al mondo intero - ha ricordato l'amministratore -. In questi giorni siamo stati messi tutti dinanzi l'ineluttabilità della storia che ignora le logiche politiche e che anzi richiede un cambio di passo come ha auspicato il presidente Mattarella. Oggi, qui, c'è quel popolo che non s'è mai fatto globalizzare dall'indifferenza, ma è un popolo stanco, stremato, a cui è stata data una croce troppo pesante da portare. C'è rimasta una sola speranza: quella di non essere lasciati soli". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni

Israele in marcia per gli ostaggi: si negozia per tregua con Hamas e sul futuro di Gaza