A Vercelli Duomo gremito alla veglia per le vittime di Brandizzo

In chiesa tanti familiari e tre sindaci
In chiesa tanti familiari e tre sindaci
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VERCELLI, 11 SET - Veglia di preghiera, questa sera nel Duomo di Vercelli pieno di gente per i cinque operai uccisi al lavoro da un treno il 30 agosto a Brandizzo (Torino), C'erano parenti e amici delle vittime vercellesi, molti dei quali con le magliette con l'immagine degli operai morti, In prima fila un nutrito gruppo di parenti di Kevin Laganà, il più giovane, tra i quali il papà Massimo e il fratello Antonino. In chiesa, in prima fila, anche i sindaci Andrea Corsaro (Vercelli), Pier Mauro Andorno (Borgo d'Ale) Mario Demagistri (Borgo Vercelli). "Questa preghiera - ha detto l'arcivescovo di Vercelli, mons. Marco Arnolfo - vuole essere un grande abbraccio ai familiari delle vittime. Si prolunga il tempo dei funerali, non potevamo attendere oltre per esprimere il desiderio di essere vicini ai familiari, pregare con loro per ottenere consolazione e conforto da Dio. Porto i sentimenti di affetto da tutte le diocesi. Sono presenti diverse comunità - ha aggiunto - mi hanno anche telefonato dalla Puglia dicendo che pregano per voi". I tre sindaci hanno lasciato piccole candele accese sull'altare. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Kiev affonda nave di Mosca, 44 attacchi russi a Sumy e due morti nel Donetsk

Le notizie del giorno | 05 marzo - Mattino

Usa, Corte Suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre