EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Botte e minacce per rapinare i coetanei, arrestati due 17enni

Li avvicinavano su scooter rubati fuori dai locali di Milano
Li avvicinavano su scooter rubati fuori dai locali di Milano
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 09 SET - Individuavano e raggiungevano le vittime in sella a scooter rubati e, dopo averle avvicinate con una scusa banale come la richiesta di un accendino, le picchiavano e, minacciando di accoltellarle, le costringevano a consegnare quanto avevano con sé: dallo smartphone agli auricolari bluetooth, dal portafogli alla cintura o al berretto. Per questo i Carabinieri della Compagnia Milano Porta Monforte, hanno arrestato due ragazzi di 17 anni, uno italiano e l'altro di origini albanesi, accusati di 9 episodi tra rapine violente, prevalentemente nei confronti di loro coetanei fuori dai locali in zona corso Lodi, furti aggravati e ricettazione, avvenuti tra marzo e giugno scorsi. L'ordinanza del gip del Tribunale per i Minorenni è stata eseguita nei giorni scorsi: uno è stato portato in carcere al Beccaria e l'altro invece è stato posto in una comunità per minori, da dove è scappato. Quindi, una volta rintracciato, è finito anche lui in cella. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trump tesse le lodi di Putin, Xi e Orbán, sull'attentato: "Ho preso un proiettile per la democrazia"

Alta tensione tra Israele e Houthi: morti e feriti a Hodeida, abbattuto un missile dallo Yemen

Yemen: attacco di Israele contro Hodeida, morti e feriti nella città controllata dagli Houthi