EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Bonaccini a Schlein,serve partito grande non piccolo e radicale

Sbaglia chi lascia. Si torni a una vocazione maggioritaria
Sbaglia chi lascia. Si torni a una vocazione maggioritaria
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 09 SET - "Sbaglia chi lascia il partito, ma si torni subito a una vocazione maggioritaria. Un Pd piccolo e radicale non serve". A dirlo in un'intervista a "Domani" è il presidente del Pd Stefano Bonaccini commentando la decisione degli esponenti del Pd genovesi approdati ad Azione. "Credo che ci sia bisogno di tutto fuorché di questo" aggiunge il governatore dell'Emilia Romagna. "Rispetto le scelte di tutti - prosegue - ma non condivido. Batteremo la destra quando smetteremo di rubarci personale politico e lo zero virgola qualcosa". Tuttavia, insiste, è essenziale che il Pd recuperi rapidamente la propria "vocazione maggioritaria". "Abbiamo bisogno di un partito più grande ed espansivo che punti a tornare al Governo, non di un partito più piccolo e radicale. Credo che Elly sia la prima a doversi e volersi fare carico di questo", conclude Bonaccini. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace

Blocco informatico: lento ripristino delle attività dopo l'aggiornamento di Crowdstrike

Le notizie del giorno | 19 luglio - Serale