EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cappato,'io spiato dai Servizi'. Ma Mantovano: 'lo escludo'

L'ex parlamentare aveva chiesto alla premier di verificare
L'ex parlamentare aveva chiesto alla premier di verificare
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 29 AGO - L'ex parlamentare e attuale tesoriere dell'Associazione Coscioni, Marco Cappato, denuncia di essere spiato dai Servizi segreti. Pronta la replica del governo, che smentisce qualsiasi ipotesi al riguardo. "Chiedo formalmente alla presidente del Consiglio Giorgia Meloni di verificare se corrisponda al vero - afferma Cappato in un video sui social - l'informazione a me giunta anonimamente che dal febbraio 2023 sarei sottoposto a captazione informatica del telefono, cioè intercettazione permanente e totale, attraverso Trojan di Stato e che siano in corso intercettazioni con microcimici nelle mie sedi abituali di lavoro e di vita dal marzo di quest'anno". Cappato, candidato alle suppletive a Monza per un seggio al Senato, aggiunge che "il monitoraggio sarebbe ad opera dell'Agenzia informazioni e sicurezza, Aisi, su richiesta del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza della Repubblica, Dis, autorità delegata dalla Presidenza del Consiglio dei ministri". Ma Palazzo Chigi interviene e nega che tale ipotesi corrisponda al vero: "Escludo nel modo più assoluto che vi sia o vi sia stata attività di intercettazione nei confronti dell'onorevole Marco Cappato", afferma il sottosegretario Alfredo Mantovano, Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: Joe Biden si ritira dalla corsa presidenziale, appoggio a Kamala Harris

Bangladesh: studenti non fermano la protesta, il governo estende il coprifuoco

Trump tesse le lodi di Putin, Xi e Orbán, sull'attentato: "Ho preso un proiettile per la democrazia"