Abusi sulla figlia 11enne, disposta custodia in carcere

"Propaganda per discriminazione razziale etnica e religiosa"
"Propaganda per discriminazione razziale etnica e religiosa"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - RAVENNA, 25 AGO - Mentre si trovava ai domiciliari per abusi sulla fidanzatina 14enne del figlio, di sabato, mentre la moglie non c'era, un uomo, italiano, oggi ultra-cinquantenne residente a Ravenna, approfittava della figlia 11enne a casa da scuola. In totale più di quattro anni di violenze sessuali - fino a quando non era tornato dentro per la prima vicenda - costata all'uomo una custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Janos Barlotti su richiesta del Pm Stefano Stargiotti sulla base delle verifiche della polizia. L'accusato, come riportato dai due quotidiani locali, ieri mattina nell'interrogatorio di garanzia, in spontanee dichiarazioni ha in buona sostanza ammesso i fatti in lacrime. È quindi tornato in carcere a Forlì dove sta scontando 9 anni di reclusione per la prima vicenda: quella relativa alla fidanzatina del figlio che aveva abusato con la scusa di dare consigli di sesso alla coppia di giovani. Gli abusi sulla figlia sono emersi più di recente quando la ragazza si è rivolta a una psicoterapeuta per superare il trauma: e la segnalazione della specialista ha fatto scattare le indagini dell'apposita sezione della squadra Mobile ravennate. È emerso che all'inizio in famiglia un po' tutti, specie la moglie, pensavano che l'uomo fosse innocente per il caso della 14enne. La figlia 11enne nemmeno sapeva la ragione dei domiciliari del padre fino alla rivelazione di una zia. All'inizio per le violenze si era confidata con il fratello. E da ultimo pure con la madre la quale, alla fine aveva chiesto conto del suo comportamento al marito, ora difeso dall'avvocato forlivese Marco Gramiacci, che era crollato ammettendo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 24 aprile - Pomeridiane

Crisi climatica, Ue: torna freddo dopo i picchi di caldo a rischio i frutteti

Crisi in Medio Oriente: quale futuro per la difesa comune europea